sabato 21 aprile 2018 01:43
default-logo
Polizia Ferroviaria

Tenta il suicidio: la Polfer prima lo salva e poi lo arresta per evasione dai domiciliari

Gioia Tauro (Reggio Calabria). Tenta il suicidio: la Polizia Ferroviaria prima lo salva e poi lo arresta per evasione. Il fatto è accaduto nei giorni scorsi quando al 113 è giunta una chiamata che segnalava un uomo sui binari della Stazione di Gioia Tauro con l’intenzione di suicidarsi. Immediatamente è giunto personale del Posto Polfer di Gioia Tauro e del Commissariato di Polizia, che ha constatato l’effettiva presenza dell’uomo, il quale alla vista degli agenti, ormai deciso sulle sue intenzioni suicide, si è allontanato sui binari per poi fermarsi in prossimità di una curva della tratta ferrata a circa 500 metri dalla Stazione. Il luogo scelto dall’uomo per porre fine alla sua vita era alquanto difficile da raggiungere per gli Agenti di Polizia e la posizione molto pericolosa visto l’intenso traffico ferroviario a quell’ora e la scarsa visibilità.
Tuttavia gli agenti della Polizia Ferroviaria, che ben conoscono quell’ambiente, poiché ogni giorno effettuano servizi mirati anche per impedire episodi di questo tipo, insieme agli Agenti del Commissariato, sono riusciti a raggiungere l’uomo, M.M. di 41 anni, e dopo diversi tentativi sono riusciti a farlo desistere dal suo intento, che causa anche pericolo alla stessa circolazione ferroviaria e quindi alla collettività.
Questo tipo di episodi non sono sporadici in questo contesto, poiché diverse persone ogni anno decidono di togliersi la vita utilizzando questa modalità, e pertanto anche il personale della Polizia Ferroviaria ha acquisito una elevata professionalità al fine di scongiurare episodi di questo tipo, la cui riuscita dipende anche dalla sensibilità, improntata al consolidato spirito di “prossimità” che caratterizza l’operato della Specialità.
Tuttavia dopo aver tratto in salvo l’uomo sono stati eseguiti specifici accertamenti volti a risalire alla sua identità, dai quali è emerso che lo sventurato era sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Di conseguenza, l’uomo è stato arrestato dagli Agenti di Polizia per il reato di evasione e associato presso la casa circondariale di Palmi così come disposto dal pm di turno.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo