venerdì 20 aprile 2018 11:00
default-logo

Ancora scritte sui muri contro le Istituzioni

Reggio Calabria. Oltre alle vergognose scritte apparse sul monumento di Giuseppe De Nava (che ancora rimangono in pessima mostra e sotto gli occhi di tutti sui marmi del basamento su cui poggia la statua) altre frasi esecrabili sono state spruzzate a pochi metri dalla piazza in cui è collocata la statua di uno dei figli più illustri della città reggina.
Ancora spruzzi di vernice sui muri, ancora attacchi contro le istituzioni. Questa volta ad accogliere le scritte offensive rivolte ancora agli appartenenti delle Forze di Polizia, sono stati i muri di alcuni edifici posti su via Vollaro, una strada che proprio da Piazza De Nava sale verso via Aschenez dove ha sede il Comando Provinciale dei Carabinieri della città.
Stavolta chi si è reso responsabile dell’inqualificabile gesto ha voluto manifestare il proprio odio verniciando con una bomboletta spray sul muro una dedica contro uno dei palazzi istituzionali più significativi, quale la Questura.
Una scritta che suona come una minaccia verso le istituzioni che lascia indignata la maggioranza delle persone, quelle perbene, che si schierano (compresa la Redazione di Newz.it) a fianco di ogni rappresentante delle Forze dell’Ordine mentre, allo stesso tempo, fa affondare verso un futuro privo di qualsiasi forma sociale e mentale chi, inutilmente, si rende negativamente protagonista di azioni condannabili che esulano sempre più dalla civile convivenza.

Guglielmo Rizzica

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo