domenica 22 aprile 2018 06:47
default-logo

A Reggio Calabria la 24ª edizione del Mediterraneo Dance Festival

Reggio Calabria. Per il quarto anno consecutivo, si svolgerà a Reggio Calabria il Mediterraneo Dance Festival, che giunge alla sua ventiquattresima edizione. Dal 3 luglio al 4 agosto, infatti, ballerini professionisti, allievi e docenti, ma anche semplici appassionati della danza, provenienti da tutto il mondo, godranno del suggestivo scenario dello Stretto di Messina per un mese intensivo di formazione, con laboratori, esibizioni, spettacoli e attività di studio. Il mar Mediterraneo, “in mezzo alle terre”, nella storia, da sempre, luogo di incontro e di scambi, torna ad essere, proprio grazie a questo appuntamento internazionale, occasione ideale per centinaia di artisti della danza per ritrovarsi, ognuno di loro con il proprio personale bagaglio culturale e professionale. Argentina, Australia, America, Russia,Spagna, Francia, Germania, oltre che Italia, sono solo alcuni dei paesi di provenienza dei partecipanti. La sfida di Basilio Foti, direttore della rassegna, è stata, sin dall’inizio, quella di unire due mondi apparentemente distanti,quasi opposti uno all’altro, quello della danza commerciale e quello della danza teatrale, affinché si contaminassero a vicenda. Il Mediterraneo Dance Festival è frutto di questo desiderio di contaminazione, perché è un luogo di scambio culturale e relazionale, di crescita e di studio,di approfondimento professionale. Il mare diviene, quindi, una cornice preziosa, evocativa e affascinante, per le esibizioni e per le giornate di studio,durante le quali circa trecento artisti possono dare spazio alla creatività oltre che alimentare la propria passione per la danza. Il Mediterraneo Dance Festival non è soltanto un appuntamento dall’alto valore artistico, culturale e sociale, ma anche un’opportunità di crescitadel turismoper la città di Reggio Calabria che, anche per quest’anno, lo ospita. Tutto ciò nonostante le endemiche difficoltà che caratterizzano il nostro territorio: i trasporti, la carente capacità ricettiva delle strutture alberghiere, l’insufficiente preparazione ad accogliere viaggiatori stranieri, oltre che, spesso, la difficoltà a relazionarsi con gli Enti locali nell’organizzazione logistica dell’evento. Tuttavia, il desiderio di portare avanti un progetto così ambizioso proprio a Reggio, di mostrare la città con la danza, e la passione che, da sempre, ha animato gli organizzatori, hanno fatto sì che il Mediterraneo Dance Festival, negli anni, si trasformasse in una rassegna di caratura internazionale apprezzata e seguita, che lascia il piacevole ricordo dei nostri scenari mozzafiato a tutti i partecipanti.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo