venerdì 20 aprile 2018 01:27
default-logo
Franco Borruto

Dal Brasile a Monaco: al Gyn Monaco un riconoscimento importante al reggino prof. Franco Borruto

Reggio Calabria. Sarà ufficialmente insignito come Membro Onorario della Federation Brésilienne de Gynecogie e d’Óbstétrique (FEBRASGO) il prof. Franco Borruto, medico italiano ginecologo e ricercatore, da anni residente nel Principato di Monaco. A renderlo noto è l’agenzia AMP di Monaco (qui il link all’articolo). Il prof. Borruto, originario di Reggio Calabria, esercita presso l’Ospedale Principessa Grace di Monaco ed è componente del comitato organizzatore del congresso GYN MONACO, in programma dall’11 al 13 giugno prossimo all’Hotel Fairmont Monte-Carlo.
Il prestigioso traguardo professionale raggiunto dal professore e i risultati ottenuti sia come invitato che come relatore a diversi congressi mondiali sulle patologie ginecologiche, sono alla base della nomina di Franco Borruto quale nuovo Membro Onorario dell’associazione FEBRASGO presieduta dal dr. Etelvino Trindade. La società brasiliana di ginecologia, per numero di associati, è la seconda nel mondo.
Per celebrare ufficialmente la nomina e consolidare così il suo legame con il Brasile il Prof. Borruto riceverà il riconoscimento il prossimo 12 giugno direttamente dal Prof Paulo Naud, nel corso della cerimonia promossa in collaborazione con Monacobrasilproject presieduta dalla signora Luciana de Montigny all’Hotel Fairmont Monte-Carlo in occasione del congresso Gyn Monaco.
Il prof. Borruto, raggiunto in email dall’agenzia AMP, ha così commentato la notizia: “Per me questo riconoscimento ha un particolare valore visto che tra primi membri onorati dello stesso titolo si annoverano personaggi importanti come l’ inventore della colposcopia, esame praticato su milioni di donne nel mondo. Vorrei dedicare questo importante traguardo alla Mia città natale Reggio Calabria ed al Principato Monaco e al Sovrano. Un grazie particolare lo indirizzo anche al Presidente d’onore della MonacoBrasilProject, al Consigliere Stéphane Valeri e alla Presidente, Madame de Montigny e ai colleghi del Ordine di Monaco che mi hanno sostenuto ed incoraggiato in questa missione volta ad unire indissolubilmente il piccolo Stato in cui risiedo ad un grande continente e nazione come è il Brasile”.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo