martedì 24 aprile 2018 17:57
default-logo

Carabinieri arrestano 3 giovani per tentata rapina: fuori dalla tabaccheria con 2 pistole a salve e 3 passamontagna

Reggio Calabria. La costante attività di controllo del territorio assicurata quotidianamente dai Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria ha permesso di addivenire ad un altro fondamentale successo nel contrasto dei reati contro il patrimonio commessi in città. Nello specifico, verso le ore 10.30 dello scorso giovedì 11 giugno, una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile, nel transitare in Via Cardinale Portanova, ha notato tre giovani a piedi
di fronte all’ingresso di una tabaccheria, i quali, al passaggio dell’autoradio, hanno tentato di nascondersi dietro altri mezzi. In virtù dell’atteggiamento sospetto dei tre, i militari hanno arrestato immediatamente la marcia e, scesi dalla vettura, decidevano di sottoporli ad un più approfondito controllo, mediante una perquisizione sul posto, a seguito della quale hanno rinvenuto 2 pistole a salve (replica calibro 9) e prive di tappo rosso indossate alla cinta da due di loro, nonché 3 passamontagna. Dalla successiva visione delle immagini del sistema di videosorveglianza dell’attività commerciale, è stato possibile altresì constatare che, un paio di ore prima, gli stessi tre giovani avevano effettuato un sopralluogo presso l’esercizio commerciale.
Alla luce di quanto accertato, i tre giovani, G.M. 22enne incensurato, suo cugino F.L.M. 22enne ed M.C. 18enne incensurato, tutti residenti a Rosarno, sono stati dichiarati in stato di arresto per il reato di tentata rapina a mano armata e sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni. Nella mattinata di sabato 13 giugno, il GIP del Tribunale di Reggio Calabria, ha convalidato l’arresto eseguito dalla polizia giudiziaria, confermando la misura degli arresti domiciliari per i tre giovani, per i quali è stata già avanzata proposta per l’adozione della misura di prevenzione del “foglio di via obbligatorio” dal Comune di Reggio Calabria.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo