sabato 21 aprile 2018 13:49
default-logo
Giuseppe Sera

La Commissione “Assetto del territorio” affronta il problema della riqualificazione del Rione Borgata Giardini

Reggio Calabria. La prima commissione consiliare “Assetto del Territorio” presso il comune di Reggio Calabria, su sollecitazione di un gruppo di cittadini, ha affrontato nella seduta del 16 giugno 2015 l’annoso problema della riqualificazione di una vasta area denominata “ Rione Borgata Giardini”, ricadenti nel territorio della zona sud della città, precisamente tra la via Argine sinistro Calopinace e via Pio XI. La suddetta Borgata è costituita da aree, immobili ad un piano fuori terra e sedimi costituenti un insediamento abitativo, il tutto su una superficie complessiva, tra coperto e scoperto, di circa 19.076 mq. Gli immobili presenti sono ad oggi occupati da altrettanti nuclei familiari, i quali considerato l’assoluto abbandono e disinteresse da parte delle autorità in questi anni, hanno rilevato in audizione consiliare lo stato di degrado dell’intera area, evidenziando inoltre la necessità per i tanti anziani della Borgata, di poter vivere in sicurezza ed in tranquillità, ad oggi minacciati dalle continue visite di persone poco raccomandabili alla ricerca di abitazioni da occupare.
Alla luce dei fatti esposti, la commissione ha richiesto durante la seduta stessa, ulteriori elementi alla Sezione Giunta, venendo a conoscenza del fatto che con Delibera Consiliare n° 27 del 23 Luglio 2008 avente per oggetto: “ Procedura di acquisizione complesso immobiliare “Borgata Giardini” di R.C. – ex Art.24 L. 210/1985” il Consiglio aveva deliberato di acquistare, nell’esercizio del diritto di preferenza ex art.24 comma 4 della L. n. 210/1985, dalla società Ferservizi S.p.A. nella qualità di mandataria con rappresentanza della Società proprietaria Ferrovie dello Stato S.p.A. con sede a Roma, il compendio immobiliare denominato Borgata Giardini (RC 043), posto in vendita mediante avviso pubblico. Inoltre la delibera n.27 del 23 luglio 2008 è stata affissa all’albo Pretorio dell’ente ed è divenuta esecutiva il 23 Luglio 2008.
L’area tutta, con il complesso immobiliare insistente sulla stessa, rientra tra le aree per il risanamento e lo sviluppo della città di Reggio Calabria ,pertanto l’ente esercitando il diritto di preferenza su terzi finalizzava, con la delibera n° 27/2008, l’acquisto con l’obiettivo di eliminare i residui quartieri e case minime esistenti sul territorio comunale per la ricostruzione di un adeguato numero di unità abitative realizzando infine il recupero urbano di zone significative e particolarmente degradate. I signori presenti alla riunione consiliare hanno pertanto auspicato che il loro intervento possa riportare all’attenzione dell’amministrazione lo stato di disagio che stanno vivendo e nello stesso tempo hanno colto l’occasione per ringraziare il sindaco avv. Giuseppe Falcomatà per la sensibilità dimostrata sia durante la campagna elettorale con la visita dei luoghi e alle famiglie della Borgata, sia oggi nella sua funzione di primo cittadino “attento e disponibile” verso i suoi cittadini alla continua ricerca di soluzioni idonee che possano ridare diritto di cittadinanza a quanti vivono in condizioni di disagio sociale.
Infine, il presidente della I commissione ing. Giuseppe Francesco Sera su mandato dei colleghi consiglieri presenti, ha rassicurato gli abitanti della zona oggetto della discussione, si è impegnato a seguire le loro istanze rapportandosi costantemente con il Sindaco, gli assessori di competenza e gli uffici dell’amministrazione per approfondire lo stato dell’arte della situazione legale – amministrativa al fine di poter favorire tutti gli atti necessari per il risanamento e la riqualificazione dell’intera zona.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo