giovedì 19 aprile 2018 13:45
default-logo

Rimborsopoli. Tra le spese contestate il sito personale di Santi Zappalà

Reggio Calabria. Alla voce materiale informatico, c’è anche la spesa sostenuta nel 2010 per l’allestimento del sito web personale dell’ex consigliere regionale Santi Zappalà, successivamente arrestato dalla DDA di Reggio Calabria. Una spesa, per un importo di 1.505 euro, che viene contestata all’ex consigliere regionale Luigi Fedele, finito oggi agli arresti domiciliari nell’ambito dell’operazione Erga Omnes condotta dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria e coordinata dalla locale Procura della Repubblica sui rimborsi dei gruppi consiliari della Regione Calabria. Gli inquirenti contestano a Fedele il rimborso relativo alla spesa per l’allestimento del sito web personale www.santizappala.it, un costo sostenuto per la promozione dell’immagine dell’ex consigliere Zappalà, e del tutto avulso, sempre per gli inquirenti, dagli interessi del gruppo consiliare in quanto tale, di cui Fedele era capogruppo.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo