venerdì 20 aprile 2018 01:26
default-logo
Mimmo Gangemi

Il premio “Gens Aurea” allo scrittore Mimmo Gangemi

Reggio Calabria. Sabato 4 luglio, alle ore 10,30, presso la Sala dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, si svolgerà la cerimonia di consegna del premio “Gens Aurea”, ideato dall’Associazione Centaurea Onlus di Reggio Calabria, giunto alla settima edizione. L’Assoc‎iazione, che si occupa di iniziative benefiche e di eventi di solidarietà, conferisce annualmente il riconoscimento a una personalità di spicco del territorio come segno di apprezzamento e spesso anche di incoraggiamento per l’attività svolta. Quest’anno la commissione ha scelto di assegnare il premio “Gens Aurea” allo scrittore reggino Mimmo Gangemi, il quale ha scritto opere pluripremiate (una delle quali si è meritata il titolo di “Malavoglia di Calabria”) e ha contribuito a far conoscere Reggio Calabria al grande pubblico televisivo attraverso una fiction di grande successo, tratta da un suo romanzo e girata nella nostra città.
“La signora di Ellis Island”, “Il patto del giudice”, “Il giudice meschino” (da cui è stata tratta la fiction) e “La verità del giudice meschino “, “Un acre odore di aglio” sono solo alcuni dei titoli appartenenti alla vasta e variegata produzione letteraria di questo scrittore versatile e originale, la cui opera sta riscuotendo grossi consensi di pubblico e di critica.
Un motivo di orgoglio per Reggio, una voce che appartiene alla Calabria e che ha portato la realtà di questa terra, attraverso racconti e saghe familiari, all’attenzione del pubblico con la stessa forza che fu delle narrazioni di Verga. Tanti i tratti comuni, ma netta la distanza che separa Gangemi dallo scrittore siciliano, nell’originale visione della realtà che ne fa un interprete “nuovo” di vicende senza tempo.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo