lunedì 23 aprile 2018 17:09
default-logo

Palmi. Il Corpo Forestale dello Stato sequestra una discarica abusiva: 5 persone denunciate

Palmi (Reggio Calabria). Continua senza tregua la lotta alle discariche abusive nel territorio della provincia di Reggio Calabria. L’ennesima discarica è stata sequestrata dagli uomini del Comando Stazione Forestale di Sant’Eufemia d’Aspromonte, coordinati dal Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Reggio Calabria, nell’ambito delle attività di repressione dei reati ambientali connessi al ciclo dei rifiuti, settore quest’ultimo sempre più appetito anche dalla criminalità organizzata.
L’area posta sotto sequestro, estesa circa 3 mila metri quadrati, di proprietà di una nota ditta del luogo, si trova nel Comune di Palmi, in località contrada Prato Inferiore. Gli appostamenti effettuati dal personale del Corpo Forestale dello Stato hanno permesso di cogliere in flagranza di reato quattro individui che, con motopala e autocarri, operavano lo smaltimento di materiale apparentemente di scavo, sulla cui natura sono in corso ulteriori accertamenti, in quantità tale da aver stravolto l’assetto idrogeologico del territorio e inferto danni profondi a livello paesaggistico e ambientale.
Le successive indagini hanno permesso di porre fine a una complessa e articolata attività di smaltimento di rifiuti messa in atto dal proprietario dell’area sottoposta a sequestro, il cui amministratore unico, A.R. di 57 anni, è stato denunciato per trasporto di rifiuti e realizzazione di discarica abusiva, in base a quanto disposto dal Decreto legislativo 152/2006. Gli altri individui coinvolti, F.G. di 41 anni, figlio del proprietario di una ditta di movimento terra che forniva gli automezzi, V.C. di 52 anni, imprenditore edile, nonché due operai dipendenti delle ditte coinvolte, sono stati denunciati a vario titolo in concorso per gli stessi reati. L’area della discarica, due autocarri e un escavatore gommato, sottoposti a sequestro, sono stati messi a disposizione dell’autorità giudiziaria, che ha convalidato il provvedimento. Il Corpo Forestale dello Stato esorta tutti i cittadini a essere attenti vigili del proprio territorio, segnalando situazioni di potenziale pericolo al numero di pronto intervento 1515.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo