venerdì 27 aprile 2018 03:08
default-logo
Martello Giustizia

‘Ndrangheta. Strage di Duisburg: 2 assolti dall’accusa di omicidio in Appello

Reggio Calabria. La Corte d’Assise d’Appello di Reggio Calabria, presidente Giuseppe Costa con a latere Silvana Cannizzaro, ha assolto due imputati dall’accusa di omicidio per la strage di Duisburg, in Germania, avvenuta il 15 agosto 2007 e che costò la vita a 6 persone.
Oggi è stato assolto Sebastiano Nirta, che in primo grado era stato condannato all’ergastolo, difeso dagli avvocati Antonio Russo, Nico D’Ascola e Francesco Albanese; Nirta è stato però condannato a 12 anni di reclusione per associazione mafiosa.
Confermata l’assoluzione di primo grado dall’accusa di omicidio anche per Giuseppe Nirta, difeso dagli avvocati Russo e Roberta Milasi. Anche Giuseppe Nirta si è visto confermare però una condanna a 12 anni per associazione mafiosa. Per entrambi il pg Fulvio Rizzo aveva invocato il carcere a vita. La Corte d’Assise d’Appello infine ha confermato la condanna a 2 anni di carcere per Antonino Flaviano, difeso dall’avvocato Maurizio Punturieri, per favoreggiamento, esclusa come in primo grado l’aggravante dell’agevolazione mafiosa, per avere aiutato Giovanni Strangio a sottrarsi alle ricerche degli inquirenti.
La sentenza di primo grado era stata emessa nel dicembre 2013 dalla Corte d’Assise presso il Tribunale di Locri, Alfredo Sicuro presidente, Maria Teresa Gerace giudice a latere.
Nel maggio dello scorso anno la Corte d’Assise d’Appello di Reggio Calabria, presidente Gaeta a latere Campagna, aveva confermato l’ergastolo a sei imputati, tra i quali vi era anche Giovanni Strangio, considerato l’ideatore e uno degli esecutori materiali della Strage di Duisburg.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo