martedì 24 aprile 2018 02:48
default-logo
Reggio Calabria Aula bunker

Processo Cosa Mia. Stangata in Appello: 5 ergastoli e 300 anni di reclusione per le cosche Gallico e Bruzzise di Palmi e Seminara

Reggio Calabria. La Corte d’Assise d’Appello di Reggio Calabria, Alfredo Sicuro presidente, Stefania Di Rienzo relatore, ha pronunciato la sentenza nel processo d’appello scaturito dall’indagine Cosa Mia, condotta contro le cosche Gallico e Bruzzise, rispettivamente di Palmi e Barritteri di Seminara, protagoniste di una faida che tra il 1980 e il 1988 portò all’uccisione di 52 persone. Un’autentica stangata: confermati 4 ergastoli (comminati in primo grado dalla sentenza emessa dalla Corte d’Assise di Palmi il 30 luglio 2013) più un quinto inflitto in appello su richiesta del pm e oltre 300 anni di reclusione in totale. Con l’operazione Cosa Mia, cui poi si sono aggiunti i capitoli 2 e 3 con altre operazioni, gli inquirenti avevano svelato l’infiltrazione del clan Gallico nei lavori sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria con l’imposizione del pizzo pari al 3% del valore dei lavori assegnati alle imprese vincitrici di un appalto sull’A3.

Di seguito il dettaglio della sentenza, le condanne rideterminate o confermate e le assoluzioni:

 

  1. Oscar Barbaro 2 anni
  2. Antonio Bruzzise 15 anni e 8 mesi
  3. Carmelo Bruzzise conferma 25 anni
  4. Fortunata Bruzzise assolta (7 anni in primo grado)
  5. Elena Bruzzise assolta (7 anni in primo grado)
  6. Giovanni Bruzzise conferma 9 anni
  7. Giuseppe Bruzzise 20 anni
  8. Vincenzo Bruzzise conferma 14 anni
  9. Vincenzo Cambareri conferma 7 anni e 6 mesi
  10. Antonino Campagna assolto (2 anni in primo grado)
  11. Domenico Campagna assolto (2 anni in primo grado)
  12. Roberto Caratozzolo 4 anni
  13. Carmela Carbone assolta (9 anni in primo grado)
  14. Antonino Ciappina 11 anni
  15. Antonino Costa 9 anni
  16. Antonio Costantino conferma 13 anni e 6 mesi
  17. Francesco Cutrì conferma 14 anni e 9 mesi
  18. Maria Ditto assolta e dichiarato il non doversi procedere per prescrizione (2 anni in primo grado)
  19. Carmine Gaglioti conferma 12 anni e 9 mesi
  20. Mariangela Gaglioti 9 anni
  21. Pasquale Galimi assolto (5 anni e 6 mesi in primo grado)
  22. Antonino Gallico 14 anni e 2 mesi
  23. Domenico Gallico conferma ergastolo
  24. Giuseppe Gallico conferma ergastolo
  25. Rocco Gallico 19 anni e 4 mesi
  26. Teresa Gallico 17 anni e 5 mesi
  27. Matteo Gramuglia 11 anni
  28. Pasquale Mattiani 2 anni
  29. Alfredo Morabito assolto (10 anni in primo grado)
  30. Filippo Morgante 16 anni e 9 mesi
  31. Lucia Morgante conferma ergastolo
  32. Salvatore Morgante 16 anni
  33. Vincenzo Oliverio conferma 9 anni
  34. Giuseppe Papasergi 2 anni (con la sospensione condizionale)
  35. Fortunato Princi assolto (2 anni in primo grado)
  36. Diego Rao conferma 10 anni
  37. Carmine Demetrio Santaiti conferma ergastolo
  38. Carmelo Sciglitano 12 anni
  39. Domenico Sciglitano 16 anni
  40. Vincenzo Sciglitano 10 anni
  41. Maria Carmela Surace 12 anni e 3 mesi
  42. Vincenza Surace assolta (9 anni in primo grado)
  43. Antonio Cilona ergastolo (accolto l’appello del pm)

 

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo