sabato 21 aprile 2018 01:50
default-logo

As Reggina. Il progetto per la rinascita dei colori amaranto si presenta alla città

Reggio Calabria. Il Salone dei Lampadari di palazzo San Giorgio fa da cornice al primo appuntamento ufficiale per l‘As Reggina, la nuova società che dovrebbe sostituire la Reggina Calcio nel cuore degli affezionati amaranto. Un progetto fortemente voluto da Mimmo Praticò che, non riuscendo nonostante i grandi sforzi ad aiutare Pasquale Foti nel tentativo di iscrivere la Reggina dapprima in Lega pro e poi in serie D, ha focalizzato il proprio impegno nella ricerca di figure di imprenditori interessati a creare una nuova società, che verosimilmente potrebbe ripartire, sindaco e Figc permettendo, al prossimo campionato di serie D.
Durante l’incontro il sindaco Giuseppe Falcomatà ha espresso soddisfazione per la vicenda manifestando la sua vicinanza ed il proprio impegno: “Attraverso trasparenza e legalità riporteremo la Reggina dove le compete”.
Mimmo Praticò ringrazia e rincara: ” Il sindaco ha dimostrato impegno e attaccamento, non ci ha pensato due volte ad accompagnarci all’incontro a Roma per salvare la Reggina, e anche dopo lo svincolo dei calciatori amaranto ( che ha sancito la fine di qualsiasi progetto di recupero della vecchia società, ndr) è sempre stato attento al susseguirsi delle vicende. Adesso però l’aiuto del comune deve anche essere materiale. Sarebbe auspicabile l’uso a titolo gratuito dello Stadio Granillo e un aiuto, per quanto sia possibile, per l’utilizzo del Sant’Agata, molto importante per una società che vorrà investire tanto nel settore giovanile. Il nostro impegno si quantifica in circa 500 mila euro, ma è importante l’aiuto di tutti per non dover vanificare tutti gli sforzi fatti”.
Praticò poi va avanti presentando i componenti della nuova cordata: “L’obiettivo è quello di coinvolgere imprenditori reggini e della provincia, il risultato riscontrato è buono anche se sono molto deluso dal comportamento di alcuni imprenditori che avevano dato la propria disponibilità al progetto e che invece da più giorni non rispondono al telefono. I nuovi investitori nel progetto sono l’avv. Francesco Giuffrè che rappresenta un suo gruppo,  Fortunato Martino, l’avv. Domenico Comandè, Giovanni Sgrò, che rappresenta un suo gruppo, Mimmo Praticò e Pietro Polimeno“.
“Il nostro obiettivo – continua Praticò- sarà quello di creare stabilità e non fare spese folli. Il prossimo campionato ci vedrà combattere per una posizione di tranquillità e nel progetto tecnico prevediamo una squadra composta da molti giovani e qualche giocatore esperto che possa fare da collante e da guida, non disdegnando assolutamente (anche nell’organico dirigenziale e di staff tecnico) qualche ex figura amaranto. Per quantificare l’esborso in sede di mercato sarà anche importante i numeri che ci darà la campagna abbonamenti, ricordandoci che siamo ancora senza uno sponsor e che il contributo dei tifosi è molto importante. Ma sono fiducioso, il Parma nei primi due giorni di campagna, senza alcun tesserato, ha fatto quasi cinque mila abbonamenti, dobbiamo batterli”.
I soldi che i tanti tifosi hanno elargito al progetto “Salviamo la Reggina” sono stati prontamente restituiti, ed è quasi implicito che, per una città che vive per i colori amaranto, diventino a breve quote di sottoscrizione per l’abbonamento alla nuova società. Non resta che aspettare l’ufficializzazione dell’iscrizione al campionato e poter tornare al Granillo a poter gridare “Forza Reggina”.

William D’Alessandro

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo