giovedì 19 aprile 2018 13:49
default-logo
Carabinieri

In città 5 arresti dei Carabinieri in 48 ore

Il capillare controllo del territorio assicurato quotidianamente dai reparti dipendenti dalla Compagnia Carabinieri di Reggio Calabria, diretta dal capitano Francesco Soricelli, ha permesso alle pattuglie dell’Arma di identificare e arrestare 5 persone nelle ultime 48 ore.

Nello specifico i militari dell’Aliquota Radiomobile hanno sorpreso Marcello Bevilacqua, 30enne reggino e Antonio Bevilacqua 35enne, entrambi con precedenti, mentre erano intenti ad asportare in Via Arghillà, 4 lastre di ringhiera in ferro zincato, previo scardinamento dei paletti in ferro fissati al cemento, da una struttura di proprietà comunale – ospitante diversi uffici pubblici tra cui anche una scuola. Alla luce di quanto riscontrato, i due sono stati tratti in arresto per il reato di furto aggravato e, a seguito dell’udienza di convalida disposta dal G.I.P. presso il Tribunale di Reggio Calabria, sottoposti alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

La particolare attenzione al contrasto dei reati contro il patrimonio nel centro abitato ha altresì permesso ai militare dell’Aliquota di sorprendere nella flagranza del reato altri due individui. Si tratta di:

  •  C.F., pluripregiudicato reggino di 36 anni, sorpreso nottetempo in Via Itria, a spingere a mano un motorino Aprilia Scarabeo di proprietà di uno studente locale, asportato poco prima da un parcheggio condominiale. La refurtiva recuperata è stata restituita al legittimo proprietario, mentre l’uomo è stato tratto in arresto e sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida;
  • un 37enne, con precedenti, sorpreso nel tentativo di forzare, mediante utilizzo di un bastone, la porta di ingresso della farmacia ubicata all’interno del complesso sanitario “Ospedali Riuniti”, il quale è stato tratto in arresto per il reato di tentato furto e sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

Inoltre, nel medesimo arco temporale, i Carabinieri della Stazione di Catona hanno tratto in arresto per il reato di evasione N.A., reggino di 44 anni, pluripregiudicato per furto e rapina, in atto sottoposto alla misura della detenzione domiciliare di Arghillà, poiché sorpreso dai militari fuori dalla propria abitazione, in violazione delle prescrizioni del provvedimento giudiziario. A seguito di quanto accertato, l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida davanti al gip di Reggio Calabria.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo