venerdì 20 aprile 2018 10:57
default-logo

L’ascesa dei prestiti con importi ridotti

Aumentano le richieste di piccoli prestiti on line
Un’indagine condotta dall’Osservatorio sul credito al consumo ha evidenziato come gli italiani siano sempre più propensi alla richiesta di prestiti on line, con importi che in media sono al di sotto degli 8 mila euro. Una cifra quindi che indica il bisogno non solo di liquidità incombente ma anche per motivi che possono riguardare spese impreviste o per le quali c’è bisogno subito di denaro come lavori di ristrutturazione in casa, l’acquisto dell’arredamento, un matrimonio, le vacanze. Sicuramente il successo che stanno riscuotendo le richieste di prestiti on line è merito dei siti comparatori che in pochi click riescono a dare un resoconto delle possibilità offerte da banche e finanziarie. Internet ha quindi rivoluzionato anche il mondo dei prestiti, grazie ormai ai tantissimi siti dedicati interamente o in larga parte a soddisfare questo tipo di richieste. Primo fra tutti, sia storicamente che in termini di popolarità, è Facile.it, che tra le varie tipologie di finanziamenti che classifica e mette a confronto ne ha anche una dedicata – appunto – ai piccoli prestiti personali. Infatti, basta cliccare sulla sezione “prestiti” del menu e comparirà una pagina dove si può inserire l’importo di cui si ha bisogno, la professione e gli anni entro quanto si vuole rimborsare e compariranno le opzioni di scelta a cominciare dalla rata più bassa a salire. E’ possibile quindi ottenere un preventivo senza alcun impegno soltanto inviando i propri dati anagrafici e ottenendo la risposta in pochissimo tempo. Le banche e le finanziarie eseguiranno le dovute verifiche rispetto alla vostra posizione creditizia e accorderanno eventualmente l’invio dei documenti richiesti. Il prestito viene erogato entro 2-3 giorni lavorativi e in alcuni casi entro 24 ore dalla richiesta stessa.

I documenti necessari per la richiesta del prestito
I documenti che vi verranno richiesti per inoltrare la domanda di un prestito personale o di altro tipo sono più o meno quelli dei canali di credito tradizionale. Dovrete quindi esibire un documento di identità in corso di validità, la busta paga nel caso siate dei lavoratori dipendenti o svolgiate un lavoro autonomo, il CUD se invece siete titolari di una pensione (vale anche il cedolino rilasciato dall’ufficio postale). Per chi vuole o gli viene richiesto, può anche presentare la documentazione di una persona che faccia da garante. Se la richiesta viene accordata la rata che dovrete pagare mensilmente non supererà un quinto dello stipendio risultante sulla basta paga che avete presentato.

Come velocizzare la richiesta del prestito
Se non volete attendere la risposta tramite mail potete anche recarvi presso una filiale dell’istituto bancario o della filiale dove avete inviato la richiesta on line. Portate con voi i documenti necessari e consegnateli a mano per velocizzare sensibilmente la verifica degli stessi e la concessione del prestito veloce.

Perché gli italiani preferiscono i prestiti veloci
Se si guarda alle ricerche che fanno on line le famiglie italiane o chi ha bisogno di un prestito personale ci si accorge che la preferenza viene accordata a quegli istituti bancari o finanziarie che garantiscono sia la velocità che la flessibilità nell’erogazione, anche rispetto a chi risulta protestato. Un aspetto questo non trascurabile se si pensa che spesso questi soggetti non godono di alcuna fiducia presso i tradizionali canali di credito al consumo e che quindi si trovano costretti a rivolgersi ad altri soggetti che erogano prestiti senza mettere uno sbarramento insormontabile. Anche il comportamento delle stesse famiglie o di chi necessita di un prestito personale denotano una grande difficoltà di accesso al credito. I tradizionali istituti bancari evidentemente chiedono garanzie e requisiti che sono spesso difficile dimostrare. Per contro, anche chi potrebbe accedere al credito, pare scelga come canale preferenziale la richiesta on line prediligendo sempre la velocità dell’ottenimento.

I prestiti veloci e la crisi
Oltre alle garanzie sempre più stringenti richieste dalle banche tradizionali i prestiti veloci di importo basso stanno avendo un certo successo anche in concomitanza della crisi. Tante famiglie, soprattutto quelle più giovani, infatti hanno seri problemi ad affrontare le spese che aumentano ogni giorno. Anche una spesa non prevista quindi può diventare un problema da affrontare con una liquidità che è difficile reperire in altri modi. Si richiedono anche piccoli prestiti per pagare in un’unica soluzione debiti che si sono accumulati. La raccomandazione per chi chiede un prestito veloce on line è sempre quella di verificare l’attendibilità e la reputazione dell’istituto di credito, banca o finanziaria, a cui avete intenzione di chiedere il prestito veloce. Non ultimo è importante sapere preventivamente quale sarà il reale tasso d’interessi applicato e in generale le condizioni riportate sul contratto. Per chi vuole si può aggiungere un’assicurazione in caso di perdita del lavoro o di altro avvenimento che impedisca il pagamento delle rate.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo