sabato 21 aprile 2018 15:07
default-logo
da sinistra: Laura Pizzimenti, Valeria Bellantone, Alessandra Stilo

Il fermento dell’innovazione parte dal Sud

Reggio Calabria. Sulla scia dell’entusiasmo suscitato dal programma SUDoff che ha individuato e raccontato le singolari “avventure” imprenditoriali dei giovani del Sud, evidenziando, da un lato, la loro intraprendenza e, dall’altro, l’assoluta voglia di emergere da una realtà che sembra non lasciare alcuno scampo nell’ambito della ripresa economica, ed in collaborazione con l’Associazione COE’, di Laura Pizzimenti, Valeria Bellantone ed Alessandra Stilo, nel contesto del cartellone ministeriale “Expo e Territori”, è stato presentato il programma della “Festa dell’Innovazione Sud. Il futuro che c’è”.
“Non è un festival o una semplice manifestazione – afferma con decisione Valeria Bellantoni, ideatrice del format SUDoff e portavoce dell’Associazione COE’ – è una festa nel vero senso del termine!”.
Dopo anni di bombardamento mediatico relativo alla crisi dell’imprenditoria nel sud d’Italia l’evento si propone come una risoluta risposta all’apparente immobilismo e lassismo dei giovani meridionali; un trampolino di lancio per il concetto di “creatività” nel fare impresa che ha il fine di sottolineare e promuovere l’idea e lo sforzo della rinascita imprenditoriale attraverso la promozione di particolarissime attività che si sono sviluppate all’interno di piccole e martoriate realtà che, grazie alla fantasia, all’impegno e, soprattutto, alla caparbietà dei giovani meridionali, sono divenute delle “oasi imprenditoriali”, del tutto uniche nel loro genere e di tutta eccellenza nel loro ambito.
È questo il caso del Favara Cultural Park, Favara (TP), laddove è stato recuperato parte di un borgo abbandonato che è divenuto il cuore pulsante della cultura contemporanea italiana ed internazionale; o il Play Evermind, Reggio di Calabria, una web series sul cambiamento del mondo del lavoro; ma gli esempi sono numerosi e “auspichiamo di poter riuscire a dare risalto anche alle realtà della Basilicata, Puglia e Campania” continua la Bellantoni.
In un’atmosfera permeata dalla maestosa e suggestiva presenza delle nostre radici si avvicenderanno proiezioni, musica, incursioni artistiche e digitali tra le quali, tra l’altro, verrà proiettato in anteprima il cortometraggio “Il Miracolo”, prodotto dalla divisione Factory della Fondazione Ente e Spettacolo, che verrà presentato, domenica 6 settembre alla 72^ Mostra del Cinema della Biennale di Venezia; la festa, infatti, troverà la sua “naturale” location all’interno del Museo Archeologico della Magna Grecia, e la scelta di “Piazza Pirri” non è un caso ma, al contrario, risulta essere la logica conclusione di un percorso evolutivo, laddove – sabato 5 settembre – dalle ore 19 alle ore 23.45, risulterà essere la “cerniera” tra il passato e un, più roseo, futuro.
L’idea che si vuole, quindi, affermare e promuove con decisione è quella del fermento giovanile, quel leggero moto energetico che si percepisce a pelle e che, auspichiamo, possa essere la nuova forza trainante per la rinascita del Meridione.

Monica Bolignano

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo