giovedì 26 aprile 2018 09:22
default-logo

Motta San Giovanni. Guardia Costiera e polizia municipale sequestrano strutture stabilimento balneare in località Riace

Motta San Giovanni (Reggio Calabria). Personale della Delegazione di Spiaggia – Guardia Costiera – di Melito Porto Salvo, impegnato nell’operazione nazionale “Mare Sicuro” del Corpo delle Capitanerie coordinata dalla Direzione Marittima di Reggio Calabria congiuntamente a personale della polizia municipale di Motta San Giovanni impegnato nel controllo del territorio, ha denunciato alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria il titolare di una nota struttura turistico ricettiva ubicata in località Riace del comune di Motta San Giovanni (RC) per violazioni di natura demaniale e paesaggistica ambientale.
I militari durante l’accertamento, unitamente a due tecnici comunali nominati ausiliari di polizia giudiziaria per le valutazioni in materia edilizio/urbanistica, hanno constatato che la ditta aveva posizionato opere abusive su suolo demaniale marittimo senza alcun titolo abilitativo e in completa inosservanza delle normative che regolano l’utilizzo del demanio pubblico per uso turistico ricreativo. E’ emerso che la ditta aveva richiesto una autorizzazione a realizzare una struttura balneare e che l’iter amministrativo era ancora in corso.
Giuste intese con il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, Angelo Gaglioti, l’area demaniale marittima di circa 190 mq mediante il mantenimento su di essa di alcune opere/strutture/attrezzature è stata posta sotto sequestro preventivo urgente:

  • 1 struttura in legno ancorata al suolo adibita a chiosco bar di mq. 32,00;
  • 161,20 mq di area demaniale marittima occupata abusivamente a mezzo di platea in legno asservita al chiosco bar e adibita a posa sedie e tavolini;
  • 1 struttura in legno ancorata al suolo adibita a deposito attrezzi vari di mq. 6,00.

L’autore dei fatti V.S.(1981) è stato compiutamente identificato e deferito alla locale Autorità Giudiziaria. Le indagini ancora in corso, avrebbero fatto emergere altresì responsabilità a carico del Responsabile dell’Ufficio Tecnico del comune di Motta San Giovanni nella gestione della pratica amministrativa. Le attività di polizia giudiziaria sono state convalidate dal Giudice per le indagini preliminari dott. Lauro giusta richiesta della locale Procura. Le opere/strutture/attrezzature poste sotto sequestro sono state affidate in custodia giudiziale senza facoltà d’uso al titolare della ditta che aveva installato le opere. Le attività di monitoraggio e di controllo disposte e coordinate dalla Direzione Marittima proseguiranno senza soste al fine di garantire il corretto utilizzo del demanio marittimo da parte di tutti gli utenti del mare.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo