giovedì 26 aprile 2018 22:56
default-logo
Carabinieri Locri posto di blocco

Controlli dei Carabinieri e perquisizioni nelle aree più degradate della Locride

Locri (Reggio Calabria). Continuano senza sosta i servizi di controllo straordinario del territorio disposti dal Comando Gruppo Carabinieri di Locri, diretto dal tenente colonnello Pasqualino Toscani, finalizzati alla repressione dei reati in genere con particolare attenzione a quelli di natura predatoria, nonché al contrasto di attività illecite legate allo spaccio di sostanze stupefacenti e al porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere.
Nella giornata di ieri, i Carabinieri hanno eseguito numerose perquisizione personali, veicolari e domiciliari effettuando altresì diversi controlli alla circolazione stradale identificando 138 persone e di 61 veicoli. All’esito dei mirati servizi:

  • i Carabinieri della Stazione di Careri, hanno tratto in arresto Rocco Angelo Tavarnesi, 50enne del posto, in esecuzione di un’ordinanza di sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere, emessa dal gip di Locri, scaturita in seguito ad attività investigativa svolta dal citato Comando Arma. L’uomo, accusato di inosservanza di pene accessorie, è stato associato presso la casa circondariale di Locri.
  • i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Locri, hanno denunciato un 42enne di Gioiosa Jonica, sorpreso alla guida del suo autoveicolo con tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti dalla legge.
  • i Carabinieri della Stazione di Locri, hanno denunciato un 51enne, un 27enne ed un 23enne tutti di Ardore, per furto aggravato. I tre sono stati sorpresi dai Carabinieri mentre caricavano su un loro automezzo degli agrumi poco prima asportati da un terreno recitato. Il mezzo, utilizzato per commettere il reato è stato sottoposto a sequestro.

Rocco Angelo Tavarnesi

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo