domenica 22 aprile 2018 08:16
default-logo

Mammola. Rodolfo Scali arrestato dai Carabinieri per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale

Mammola (Reggio Calabria). I Carabinieri dell’Aliquota radiomobile della Compagnia di Roccella Jonica, diretta dal capitano Antonio Di Mauro, unitamente ai colleghi della Stazione di Mammola hanno tratto in arresto in flagranza Rodolfo Scali, 51enne originario di Mammola, per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale.
Nel corso di un servizio preordinato di controllo del territorio in quel comune, i Carabinieri hanno notato l’uomo per le vie di quel centro e, essendo il medesimo sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, gli hanno chiesto la carta precettiva e i documenti di identità. L’uomo, all’atto del controllo avrebbe opposto viva resistenza minacciando ripetutamente i Carabinieri che conseguentemente lo hanno tratto in arresto.
Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, lo Scali è stato condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.
L’uomo è stato scarcerato il 24 giugno scorso per decorrenza termini della custodia cautelare in carcere, in quanto destinatario di alcuni provvedimenti restrittivi emessi a suo carico nell’ambito delle operazioni convenzionalmente denominate “Crimine” e “Minotauro” condotte dai reparti investigativi di Reggio Calabria, Torino e Milano, poiché ritenuto presunto capo dell’omonima cosca di ‘ndrangheta operante nei territori di Mammola nonché in Piemonte e Liguria.

Rodolfo Scali

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo