lunedì 23 aprile 2018 11:44
default-logo
Prefettura di Reggio Calabria (photo Domenico Notaro)

Condanna in caso “Bandafalò”: scatta la legge Severino, Prefettura dichiara sospensione per sindaco, vicesindaco e 2 assessori di Villa San Giovanni

Villa San Giovanni (Reggio Calabria). Il Prefetto Michele di Bari con provvedimento in data odierna ha dichiarato la sussistenza della causa di sospensione prevista dall’art. 11, comma I, lett. a) del D.Lgs. 31 dicembre 2012 n. 235 nei confronti del Sindaco di Villa San Giovanni, Antonio Messina, del Vice Sindaco, Giovanni Siclari e degli Assessori Angelina Attinà e Lorenzo Micari, eletti nelle consultazioni elettorali del 31 maggio 2015.
Tale provvedimento, adottato in esito alla comunicazione da parte dell’autorità giudiziaria competente della sentenza in primo grado, nell’ambito del caso “Bandafalò” che ha condannato per abuso d’ufficio Antonio Messina, Giovanni Siclari, Angelina Attinà e Lorenzo Micari, per un reato ostativo ai sensi del predetto articolo di legge, è stato inviato al Segretario comunale per la notifica agli organi competenti.
La sospensione dalla carica di Sindaco e di Consigliere comunale opera di diritto al verificarsi delle ipotesi previste dal citato art. 11 del D.L.gs. n. 235/2012.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo