venerdì 27 aprile 2018 10:09
default-logo

Viola Basket Reggio Calabria, sconfitta che brucia contro la NPC Rieti

Reggio Calabria. Ancora al PalaCalafiore, per la settima giornata di campionato di A2 girone Ovest. La Viola è in cerca di riscatto dopo aver perso la sfida in trasferta contro il fanalino di coda Casale Monferrato. La squadra di coach Paternoster scende sul parquet col quintetto formato da Marulli, Legion e Fabi tra gli esterni, con Lupusor e Radic. Rieti mette in campo Zanelli, Benedusi, Pepper, Chillo e Sims.
Apre le marcature Ivica Radic col suo consueto gancio, ma gli ospiti rispondono subito con il canestro di Chillo e i liberi di Sims e Pepper, che costano i primi falli personali a Lupusor e Fabi, costretto a uscire dopo soli tre minuti di gioco. Un minuto dopo Ion Lupusor commette il suo secondo fallo della partita e Sims realizza altri due punti sotto canestro. Il risultato di 4-12 costringe coach Paternoster al primo timeout della gara dopo cinque minuti di gioco e la Viola risponde sul campo con il canestri di Lupusor, Fabi e Radic per il -1 (11-12). Questa volta è coach Nunzi a dover fermare il gioco per il rientro della Viola e la risposta arriva dall’ex di giornata Marcos Casini che mette la sua prima tripla. La seconda tripla dell’argentino arriva sul finire del primo quarto, che si chiude sul 13-22, con un Sims trascinatore per Rieti con 7 punti.
Il secondo quarto si apre proprio col canestro del centro americano con una giocata in post basso, a cui segue la tripla di Zanelli (15-27). La giocata da 3 punti di Marulli non riesce a riportare in gara la Viola, che subisce la tripla di Eliantonio per il +14 ospite. I padroni di casa ci provano ancora con il jumper di Guariglia dalla media distanza e i due tiri liberi convertiti dal giovane centro neroarancio. Il terzo fallo di Fabi costringe ancora coach Paternoster a togliere dal parquet il capitano, ma la squadra reagisce con la bella penetrazione di Caroti. Casini, però, con la terza tripla si altrettanti tentativi dalla distanza tiene Rieti a distanza di 8 punti. La Viola non ci sta e vuole far valere il fattore campo, riportandosi sul -6 con la tripla di Lupusor e i liberi di Legion, seguiti da uno sfondamento preso da Caroti (27-33). Sul finale di tempo la Viola ci prova con più insistenza senza riuscire a ridurre il divario a causa di alcuni liberi sbagliati da Radic e Fallucca e ai canestri di Benedusi, che chiudono il primo tempo sul 32-40.
Il secondo tempo si apre con l’appoggio di Sims, che fa il vuoto sotto canestro, autore finora di 11 punti, a cui risponde l’altro centro Ivica Radic, che prima segna due punti e poi rifila una gran stoppata proprio ai danni del predetto Sims. Il canestro di Pepper in contropiede porta Rieti ancora sul +12 (34-36), mentre Lupusor commette il suo terzo fallo ed è costretto ad uscire nuovamente dal campo. I due canestri di fila di Casini allargano il margine in favore degli ospiti, che si portano sul 34-51 dopo quattro minuti di gioco nel terzo quarto. Ancora due canestri di Radic, seguiti dal facile appoggio al vetro di Fabi e il canestro di Caroti portano la partita sul 42-55 con poco più di tre minuti sul cronometro del terzo quarto. La squadra di Paternoster non riesce a ricucire lo svantaggio, che a fine terzo quarto è di 14 punti (46-60) per la grande prestazione di Sims, a 17 punti con ancora 10’ da giocare.
La tripla di Fabi in apertura di quarto porta la Viola sul -9, ma Rieti affonda ancora il colpo sull’asse Zanelli-Sims. A 5’ dalla sirena finale il punteggio è 56-67, ma Sims affonda ancora la schiacciata per il +11.
Il più aggressivo nel finale è Lupusor, che si fa sentire sotto canestro segnando 5 punti in un minuto (63-72).
La rubata e il canestro in solitaria di Legion portano il punteggio sul 65-72, preparando l’ultimo affondo neroarancio nei 2’ rimanenti sul cronometro.
Non basta l’intensità difensiva messa in campo negli ultimi minuti dagli uomini di Paternoster per ricucire il margine creato dalla formazione reatina durante il corso della gara. La Viola subisce la prima sconfitta stagionale all’interno del PalaCalafiore, nonostante il calore del suo pubblico e un Ivica Radic da 18 punti.

Viola Reggio Calabria – NPC Rieti: (13-22), (19-18), (16-20), (20-18) 68-78

Viola Reggio Calabria: Radic 18, Taflaj ne, Lupusor 11, Legion 8, Caroti 4, Fabi 12, Guariglia 2, Guaccio ne, Marulli 8, Micevic 4, Fallucca 1

NPC Rieti: Casini 15, Della Rosa ne, Benedusi 5, Eliantonio 5, Zanelli 11, Trevisan ne, Chillo 5, Sims 22, Di Pampero 10, Pepper 5

Giovanni Foti
foto Mimmo Notaro

IMG_0189

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo