venerdì 27 aprile 2018 08:50
default-logo

In Prefettura il Comitato operativo viabilità per il Piano neve 2016-2017

Reggio Calabria. Nella mattinata odierna, convocato dal Prefetto Michele di Bari, si è riunito presso questo Palazzo del Governo il Comitato Operativo per la Viabilità (COV) per verificare il “Piano neve 2016-2017” predisposto dall’ANAS relativo all’autostrada A3 al fine di predisporre le attività necessarie a garantire una gestione coordinata di eventuali emergenze connesse a possibili fenomeni nevosi. Alla riunione hanno partecipato i Rappresentati della Regione Calabria, della Provincia, del Capoluogo, della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale dello Stato, della Polizia Stradale, dei Vigili del Fuoco, dell’Anas, dell’Azienda Sanitaria Provinciale. Nel corso dell’incontro sono state individuate le arterie stradali della provincia a rischio neve, in particolare la S.S. 682 e alcuni tratti dell’autostrada A3 da Bagnara a Sant’Elia e sono stati definiti gli interventi delle varie componenti del sistema in relazione alle soglie di allerta. La Pianificazione è articolata in cinque fasi di emergenza: codice Zero, previsione di possibili nevicate; codice Verde, evento nevoso ormai imminente, interventi preventivi di salatura; codice Giallo nevicate in atto con intensità non critica e senza effetti sul deflusso del traffico (obbligo di catene a bordo); codice Rosso precipitazione nevosa intensa con primi segnali di innevamento della strada e possibili blocchi momentanei del traffico e, infine, codice Nero, precipitazione nevosa persistente che determina il blocco del traffico in una delle carreggiate nonostante le misure di prevenzione adottate. Ad ogni codice (bianco, verde, giallo, rosso, nero) corrisponde una diversa tipologia di intervento: dagli automezzi spargisale per evitare il formarsi del ghiaccio sulla strada, all’obbligo di utilizzo di mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali, all’intervento degli spalaneve all’eventuale coinvolgimento di forze esterne per il superamento delle fasi di emergenza. Tutte le componenti del sistema devono attuare, inoltre, le misure commisurate alla fase di emergenza da affrontare predisponendo i propri servizi in relazione alle direttive impartite. Durante la riunione è stato sottolineato che obiettivo del piano è far funzionare l’attività di prevenzione e in tal senso è stata posta l’attenzione sulla centralità del ruolo dell’informazione in una duplice direzione: nei confronti dell’utenza e nei confronti di chi interviene per risolvere e arginare l’emergenza. A tale riguardo, le comunicazioni tra i diversi soggetti coinvolti nella gestione dell’emergenza saranno garantite con modalità che consentono la tempestiva conoscenza e il costante monitoraggio del livello di rischio. L’informazione all’utenza sarà assicurata da pannelli a messaggio variabile posizionati in autostrada, aggiornati in tempo reale sulle condizioni della viabilità, dal servizio web viabilità e traffico, dal portale televideo Rai e dai collegamenti in diretta con i notiziari Ondaverde nonché tramite le emittenti televisive e radiofoniche nazionali e locali. Sotto altro profilo, quello di chi deve intervenire, è stato dato spazio a modalità concrete di comunicazione che favoriscano la tempestiva massima circolarità delle informazioni, anche attraverso l’uso dei social. Infine, è stato concordato che per fronteggiare eventuali criticità del traffico veicolare in transito per Villa San Giovanni diretto in Sicilia in occasione delle imminenti festività natalizie verranno adottate le procedure previste nelle Linee operative già adottate da questa Prefettura per fronteggiare le criticità del traffico veicolare in transito per Villa San Giovanni diretto in Sicilia.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo