venerdì 20 aprile 2018 22:15
default-logo
Federica Dieni

Aeroporto dello Stretto. Dieni (M5s): «Oliverio e Falcomatà non possono continuare a tenere la testa sotto la sabbia»

Reggio Calabria. “Come non bastasse il vergognoso silenzio in seguito all’esito del referendum, il governatore Mario Oliverio e il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà continuano a non proferire parola circa le sorti dell’aeroporto dello Stretto”. È quanto dichiara la deputata del M5S Federica Dieni.
“I cittadini della provincia di Reggio e i dipendenti dello scalo – continua – non ne possono più del menefreghismo e dell’inerzia, particolarmente sospetti, di due personaggi che, visto il loro ruolo, dovrebbero fare tutto il possibile per scongiurare la chiusura di uno scalo strategico per l’intera area dello Stretto. Invece, nonostante le ripetute promesse e assicurazioni, il destino del “Minniti” diventa ogni giorno più incerto”.
“Il prossimo 24 gennaio – aggiunge la parlamentare – scadrà l’esercizio provvisorio, ma ancora nessuno sa se i 900mila euro promessi dalla Regione arriveranno davvero né quali saranno le risoluzioni del Comune di Reggio che, ormai da mesi, continua a rinviare qualsiasi decisione. Ad alimentare il caos è anche l’incertezza relativa ad Alitalia, che non ha ancora fatto chiarezza circa un suo possibile disimpegno dall’aeroporto di Reggio”.
“L’atteggiamento di tutti gli attori in causa – insiste Dieni – sembra insomma improntato alla massima irresponsabilità, tra l’altro applicata a una questione di fondamentale importanza, perché da essa dipende la mobilità dei cittadini e la tutela di centinaia di posti di lavoro”. “Oliverio e Falcomatà – conclude – non possono continuare a tenere la testa sotto la sabbia e far finta che questo problema non li riguardi. Il loro dovere è di dare risposte e di darle subito”.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo