sabato 21 aprile 2018 17:06
default-logo
Polizia di Stato

Due arresti delle Volanti: uno per furto in un negozio di ortofrutta, l’altro è evaso dai domiciliari

Reggio Calabria. Due gli arresti della Polizia di Stato nelle giornate di lunedì 12 e martedì 13 dicembre. Gli operatori del Nucleo Volanti in forza presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Reggio Calabria, coadiuvati dagli uomini del Reparto Prevenzione Crimine di Siderno, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, due uomini, Angelo Berlingeri di 34 anni e Paolo Luigi Cupolo di 40 anni, il primo per furto e danneggiamento aggravati, il secondo per evasione dagli arresti domiciliari.
Nel dettaglio, nella giornata di lunedì 12 dicembre personale del Nucleo Volanti è intervenuto presso un esercizio commerciale di ortofrutta ubicato in via Roma dove era stata segnalata la presenza di un soggetto che tentava di introdursi all’interno cercando di forzarne la porta d’ingresso. Gli uomini in divisa, giunti immediatamente sul posto, hanno constatato la presenza di un uomo che, alla vista degli operatori, si dava immediatamente alla fuga. Ne è scaturito un concitato inseguimento appiedato che è terminato con l’arresto del soggetto, prontamente bloccato dagli agenti. Pertanto, accertato che Angelo Berlingeri si era introdotto all’interno del punto vendita, asportando diverse confezioni di bevande alcoliche, l’uomo è stato tratto in arresto per il reato di furto e danneggiamento aggravati.
Inoltre, nella giornata di martedì 13 dicembre, personale del Nucleo Volanti, unitamente a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Siderno, nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio previsti dal Piano d’azione nazionale e transnazionale “Focus ‘ndrangheta”, ha proceduto al controllo di un’autovettura sospetta. Alla vista degli uomini in divisa, l’uomo alla guida avrebbe subito manifestato un atteggiamento nervoso. Dai controlli effettuati tramite la Banca-dati in uso alle Forze di Polizia, gli agenti hanno avuto modo di accertare che Paolo Luigi Cupolo era in atto sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per i reati di minaccia e maltrattamenti. Pertanto l’uomo è stato tratto in arresto per il reato di evasione dal regime di detenzione domiciliare.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo