venerdì 20 aprile 2018 12:40
default-logo

La Croce Rossa Italiana condivide le attività con i reggini: domenica 18 il “villaggio” alla Villa comunale

Reggio Calabria. Il rigoglioso verde della Villa comunale si tingerà di rosso e di bianco. Infatti, domenica 18 dicembre, dalle 10 alle 20, l’anfiteatro del centralissimo parco cittadino ospiterà il “Villaggio della Croce Rossa Italiana”. Grazie all’iniziativa del Comitato reggino della storica associazione umanitaria internazionale, nel quieto e lussureggiante giardino botanico la cittadinanza potrà conoscere il quotidiano impegno in termini di assistenza e sensibilizzazione portato avanti dai volontari. In occasione dell’evento messo su grazie all’Amministrazione comunale ed al consigliere Nicola Paris; al presidente del Comitato Corso Sud, Luciano Simone, per la sensibilità verso il lavoro della Croce Rossa Italiana reggina e per la collaborazione nell’ottenere lo spazio per la manifestazione; al Presidente del Rotary “Reggio Calabria Sud parallelo 38”, Antonio Squillace, per l’attenzione verso il ruolo dei volontari ed al contributo nel mettere a disposizione i medici iscritti alla propria associazione, si potrà scoprire un mondo CRI fatto di valori, idee, progetti, conoscenza, azioni e socialità. Nel piazzale della Villa comunale antistante l’entrata di via Nino Bixio, immersi in una verdeggiante vegetazione, sarà possibile conoscere le diverse attività che il Comitato reggino compie ogni giorno, sempre attento alle dinamiche locali e in connessione con le iniziative del livello nazionale della CRI. Infatti, seguiti dai volontari disponibili a rispondere ad ogni domanda e curiosità, in collaborazione con l’Ispettorato provinciale delle infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana reggina, si potrà capire l’azione di assistenza a malati ed anziani e di soccorso d’emergenza attraverso ambulanza, tra l’altro visitando il mezzo al suo interno e le sue strumentazioni, così come le attività di educazione e prevenzione in relazione ad ambiti molto sentiti dalla gente, come sessualità, alimentazione e sicurezza stradale. Ma anche l’assistenza sanitaria, psicologica ed umana ai migranti sbarcati a Reggio dopo una drammatica traversata del Mediterraneo, l’animazione ai bambini nelle corsie d’ospedale, la lotta alle discriminazioni come quelle di genere e la promozione di pratiche di cittadinanza attiva. Inoltre, ci saranno dimostrazioni di manovre salvavita in età pediatrica su manichini e controlli di pressione e glicemia a chiunque vorrà sottoporsi al monitoraggio gratuito. E tanto altro ancora.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo