sabato 21 aprile 2018 16:56
default-logo

Marina di San Lorenzo. Guardia Costiera sequestra struttura balneare “Tokoriki”: occupava arenile senza autorizzazione

San Lorenzo (Reggio Calabria). Prosegue l’impegno della Guardia Costiera a tutela dell’ambiente e a salvaguardia del pubblico demanio marittimo. Nel lungomare della frazione Marina di San Lorenzo, nei giorni scorsi, è stato posto sotto sequestro preventivo, da parte dei militari della Delegazione di Spiaggia di Melito Porto Salvo, uno stabilimento balneare, il “Tokoriki”, ubicato sull’arenile, per un ingombro di circa 1.140 mq. Durante l’accertamento infatti è emerso che la struttura al termine della stagione balneare (settembre 2016) non era stata smontata ed era mantenuta dall’indagato C.S. (1969) nato a Melito Porto Salvo, senza alcuna autorizzazione. Infatti dalle carte acquisite al Comune si è riscontrato che l’istanza prodotta dalla ditta per il mantenimento della struttura anche nella stagione invernale era stata non accolta per una serie di irregolarità accertate nel corso dell’anno 2016. L’attività è stata riferita al magistrato di turno della Procura della Repubblica di Reggio Calabria che ha disposto la custodia delle opere/strutture all’indagato senza facoltà d’uso. Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale reggino ha successivamente convalidato il sequestro, giusta richiesta del magistrato titolare delle indagini. Le attività di indagine sono state riferite alla competente autorità giudiziaria con le ipotesi di reato di abusiva occupazione di demanio marittimo e violazioni paesaggistico-ambientali e urbanistico-edilizie. Le risultanze saranno altresì trasmesse all’ufficio tecnico comunale del Comune di San Lorenzo per l’emanazione dei competenti provvedimenti amministrativi, quale ente gestore del demanio marittimo.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo