lunedì 23 aprile 2018 00:07
default-logo
Prefettura di Reggio Calabria (photo Domenico Notaro)

In Prefettura continua coordinamento unità di crisi per viabilità e soccorsi stradali

Reggio Calabria. Continua l’attività di coordinamento dell’Unità di crisi costituita in Prefettura, attivata dalle prime ore pomeridiane di ieri 6 gennaio dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari a seguito delle situazioni di criticità venutesi a determinare, a causa delle avverse condizioni meteorologiche, sulla viabilità del territorio provinciale. Numerosi e diffusi sono gli interventi, in particolare lungo le strade comunali delle zone collinari del Capoluogo così come nelle strade provinciali di accesso ai Comuni montani e pedemontani, soprattutto quelli del versante ionico, che hanno registrato le maggiori criticità. Costantemente monitorata, la rete viaria statale e autostradale è stata sempre transitabile e lo è anche al momento, grazie agli interventi senza sosta del personale e dei mezzi dell’ANAS. Continui sono altresì i contatti con i Comuni e a tale riguardo la cabina di regia istituita al Palazzo del Governo con le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco, gli Enti della viabilità statale, autostradale e ordinaria, nonché provinciale assicura un tempestivo coordinamento dei soccorsi, supportando con i mezzi spargisale e spalaneve messi a disposizione dalla Provincia e dall’ANAS le esigenze rappresentante anche al di là delle strette competenze istituzionali fra Enti. Il raccordo con la sala operativa della Protezione Civile Regionale è continuo. A tale riguardo la Regione ha comunicato che gli Enti che necessitino di altro sale, già fornito dalla Provincia, potranno procedere all’acquisto dello stesso. Si raccomanda, ancora una volta, ai residenti nei Comuni interessati in maniera maggiormente significativa dalle precipitazioni nevose di non mettersi in viaggio se non per effettiva necessità e, comunque, senza l’attrezzatura idonea per il transito in presenza di neve o ghiaccio. Il maggiore pericolo, nelle prossime ore, sarà rappresentato infatti dal ghiaccio che potrà formarsi sulle arterie stradali in ragione dell’abbassamento delle temperature in vista della sera. Proseguiranno comunque nella loro attività i presidi delle Forze dell’Ordine e delle Polizie Locali nelle strade d’accesso a Gambarie, dove si sono registrate fin da ieri le maggiori criticità onde impedire la circolazione dei veicoli senza catene montate. Le postazioni di filtro sono state istituite nelle località di Mulini di Calanna, Sant’Angelo – Bivio Podargoni e Cucullaro nonché nelle località Bivio Melia, Bivio Bagaladi e Terreti – Mosorrofa – Cataforio e Cardeto. L’Unità di crisi continuerà ad operare ininterrottamente anche durante la giornata odierna e fino a cessate esigenze.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo