domenica 22 aprile 2018 20:22
default-logo
Questura di Reggio Calabria

Movimenti e assegnazione di funzionari di Polizia a Reggio Calabria

Reggio Calabria. Nell’ambito del progetto di rinforzo organico che il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno ha previsto per la provincia di Reggio Calabria, in questi giorni hanno assunto servizio presso la Questura di Reggio Calabria quattro nuovi commissari capo della Polizia di Stato provenienti dalla Scuola Superiore di Polizia e due Primi Dirigenti della Polizia di Stato. Si tratta del commissario capo Sandra Manfrè, a cui è stato assegnato l’incarico di vice dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico prendendo il posto del commissario capo Luca Carlà trasferito alla Squadra Mobile in sostituzione del vice questore aggiunto Giuseppe Giliberti, trasferito alla Questura di Palermo dopo avere ottimamente ricoperto a Reggio Calabria l’incarico prima di vice dirigente e poi di dirigente dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico e di funzionario alla Squadra Mobile; del commissario capo Giuseppe Arena, assegnato alla Divisione Polizia Amministrativa e Sociale in qualità di funzionario addetto; del commissario capo Eugenio Aloia il cui incarico sarà quello di vice dirigente del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro; del commissario capo Valerio Maria Bologna che assume la dirigenza del Commissariato di P.S. di Cittanova, in sostituzione del commissario capo Alessandro Sciacca, trasferito al X Reparto Mobile di Catania.

Nell’ambito di una riorganizzazione interna degli Uffici della Questura, il commissario capo Giuseppe Costa, già Funzionario addetto alla Divisione Anticrimine è stato assegnato all’Ufficio di Gabinetto con l’incarico di funzionario addetto alle Relazioni Esterne e Stampa, alle Relazioni Sindacali nonché Portavoce della Questura ed il commissario capo Concetta Gangemi assume l’incarico di Funzionario addetto alla Divisione Polizia Anticrimine. Ha assunto servizio, presso la Digos di Reggio Calabria, il primo dirigente Gregorio Marchese, già dirigente del Commissariato di Siderno dove ha ottenuto lodevoli risultati in particolare nel contrasto alla locale criminalità organizzata.

Al termine della frequenza del corso trimestrale di formazione dirigenziale presso la Scuola Superiore di Polizia in Roma, nei giorni scorsi, con decreto del Capo della Polizia, i neo primi dirigenti della Polizia di Stato Giuseppe Anzalone, già dirigente della Squadra Mobile di Messina, e Diego Trotta, già dirigente dal Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica per la Calabria di Reggio Calabria e prima ancora proveniente dalla Squadra Mobile reggina dove condusse le indagini che portarono a una delle più imponenti operazioni antidroga (denominata Joti) contro il fenomeno dello spaccio di stupefacenti in città, sono stati nominati rispettivamente dirigente del Commissariato di P.S. di Siderno e dirigente del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro, in sostituzione del primo dirigente Pietro Paolo Auriemma che ha assunto la Dirigenza del Commissariato di Giugliano Villaricca (NA). Infine al vice questore aggiunto Ferruccio Martucci, proveniente dall’Ufficio di Polizia di Frontiera dell’Aeroporto di Lamezia Terme, è stato assegnato l’incarico di dirigente del Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica per la Calabria di Reggio Calabria.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo