venerdì 20 aprile 2018 20:12
default-logo

Maltempo: neve al Centro e parte del Sud e venti forti su gran parte dell’Italia

Una struttura depressionaria in fase di approfondimento sul Mar Tirreno determinerà, dal pomeriggio di oggi, un peggioramento delle condizioni meteorologiche sulla Sardegna, che si estenderà nel corso della notte alle restanti regioni centro-meridionali, a cominciare dai settori di ponente, con una generale intensificazione della ventilazione. Sono previste nevicate su tutto il centro e parte del sud in progressivo abbassamento fino a quote di pianura, in particolar modo sulle regioni centrali adriatiche. A questo si accompagnerà un intenso aumento dei venti dai quadranti settentrionali sul nord-ovest in estensione alla regioni centrali, dai quadranti occidentali sulla Sicilia e meridionali sulla Puglia.
Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).
L’avviso prevede dal pomeriggio di oggi, sabato 14 gennaio, nevicate sulla Sardegna, con quota neve in abbassamento fino a 500 metri e apporti al suolo da deboli a localmente moderati. Dalla notte le nevicate si estenderanno dapprima al Lazio, poi alle regioni Umbria, Marche, Abruzzo e Molise, con quota minima tra i 200 e i 400 metri in ulteriore calo fino a quote di pianura in presenza di rovesci o temporali. Gli apporti al suolo saranno da deboli a moderati, e localmente abbondanti sul medio versante adriatico.
Dalle prime ore di domani, domenica 15 gennaio, l’avviso prevede nevicate su Campania e Basilicata, con quota neve intorno ai 200-400 metri e apporti al suolo da deboli a moderati. Nel corso della mattinata sono previste inoltre precipitazioni a carattere di rovescio o temporale su Campania, Basilicata e Calabria, specie sui settori occidentali, in estensione sulla Puglia. I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.
Dalle prime ore di domani, si prevedono infatti venti forti settentrionali con raffiche di burrasca forte su Piemonte e Lombardia, in estensione dal pomeriggio su Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo, con mareggiate lungo le coste esposte. Dal pomeriggio, inoltre, l’avviso prevede venti forti con raffica di burrasca forte dai quadranti occidentali sulla Sicilia e dai quadranti meridionali sulla Puglia, con mareggiate lungo le coste esposte.
Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata, per domani, allerta gialla su Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria, quasi tutta la Basilicata e sulla zone costiere della Campania
Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo