mercoledì 25 aprile 2018 10:08
default-logo
Prefettura di Reggio Calabria (photo Domenico Notaro)

Prefettura dispone sorveglianza del mercato degli esplosivi

Reggio Calabria. Lo scorso 25 gennaio, su disposizione del Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari, è stata effettuata dalla locale Commissione tecnica territoriale in materia di sostanze esplodenti una mirata ispezione presso un operatore economico del settore del Capoluogo. Il Prefetto, invero, quale Autorità di sorveglianza del mercato, dispone controlli sugli esplosivi al fine di verificare se detti prodotti, adeguatamente immagazzinati e usati ai fini cui sono destinati, non presentino pericoli per la salute e l’incolumità delle persone e, a tal proposito, si avvale della collaborazione della predetta Commissione, composta, oltre che da un Dirigente prefettizio, anche da rappresentanti della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza nonché di altre Istituzioni, Enti e strutture pubbliche. Nella corso della predetta ispezione, la citata Commissione, con l’ausilio dei competenti Organi di polizia e la collaborazione degli artificieri della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, ha prelevato campioni di prodotti esplosivi che saranno sottoposti a specifici controlli volti ad accertarne la sicurezza. La normativa in materia, di recente modificata con i Decreti Legislativi del 29 luglio 2015 n. 123 e del 19 maggio 2016 n. 81 per armonizzare le legislazioni degli Stati membri, disciplina la libera circolazione degli esplosivi nel mercato interno, coniugando le esigenze di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, della pubblica incolumità, di tutela dei consumatori e della protezione ambientale, individuando i requisiti essenziali di sicurezza che gli articoli pirotecnici devono possedere per poter essere immessi sul mercato.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo