venerdì 20 aprile 2018 12:38
default-logo

Il CoSMi chiede al Prefetto di annullare revoca dell’accoglienza a 20 migranti in hotel a Gambarie

Reggio Calabria. Nei giorni scorsi, il 17 gennaio, a 20 migranti ospiti presso la struttura dell’Hotel Excelsior di Gambarie è stata notificata la revoca della misura di accoglienza. Da un primo esame dei documenti e dall’ascolto delle loro testimonianze, tale atto però appare illegittimo e ingiustificato e per questo, oltre a decidere di seguire legalmente il caso con i nostri avvocati, insieme a diverse realtà associative reggine impegnate, nella tutela dei migranti abbiamo inviato una richiesta di incontro in Prefettura che alleghiamo di seguito. Oltre ad augurarci un sollecito ricevimento della nostra richiesta da parte della Prefettura, ci auguriamo che gli stessi migranti possano continuare a essere ospitati nelle strutture che molto generosamente li hanno accolti in questi giorni, perché il ritrovarsi in mezzo a una strada aggraverebbe di molto la loro già complessa situazione.

CoSMi – Comitato Solidarietà Migranti

Al Prefetto di Reggio Calabria
Oggetto: richiesta incontro in merito alla revoca dell’accoglienza dei migranti ospitati nella struttura alberghiera denominata “Hotel Excelsior” sita in Gambarie d’Aspromonte (RC).

Le scriventi realtà associative e comitati che, a vario titolo, si occupano della tutela di migranti richiedenti asilo e/o titolari di una forma di protezione internazionale o umanitaria, Premesso che:
– in data 17/01/2017 questa Prefettura, tramite decreto n. 3345 del giorno 11/01/2017, ha disposto la revoca delle misure di accoglienza per n. 20 migranti ospitati presso la struttura alberghiera denominata “Hotel Excelsior” sita in Gambarie d’Aspromonte (RC);
– tale decreto di revoca delle misure di accoglienza, ad un primo esame dei documenti in nostro possesso, sembrerebbe essere stato adottato non rispettando completamente le procedure previste dalla legge, dando la sensazione di essere stato attuato senza una valutazione puntuale degli eventuali fatti che lo avrebbero giustificato;
– il quadro emerso dai racconti e dalle testimonianze dei migranti, attualmente ospitati presso il Centro di Accoglienza S. Gaetano Catanoso Via del Seminario 236, ad avviso dei sottoscrittori renderebbe necessario l’espletamento di ulteriori accertamenti su come l’intera vicenda si sia effettivamente sviluppata;
chiedonono:
– che il sig. Prefetto in autotutela annulli tutti i provvedimenti di revoca dell’accoglienza e disponga una accurata indagine sulle reali condizioni di vita all’interno del centro medesimo;
Per tale motivo, riteniamo doveroso chiedere un cortese, urgente incontro con S.E., al fine di conoscere come intenda procedere sull’argomento. Con quanto precede, si coglie l’occasione per ringraziare S.E. per l’attenzione comunque dimostrata alla presente.

Distinti saluti

Co.S.Mi. – Comitato Solidarietà Migranti, Reggio Calabria
c.s.o.a. Angelina Cartella, Reggio Calabria
c.s.c. Nuvola Rossa, Villa San Giovanni (RC)
LasciateCIEntrare
Forum del Terzo Settore, Reggio Calabria
Forum Territoriale del Terzo Settore dell’Area dello Stretto
CVX – Comunità di Vita Cristiana, Reggio Calabria
Centro Servizi Immigrati CVX RC
Ass. Un mondo di mondi, Reggio Calabria
Carovana solidale e resistente, Reggio Calabria
EquoSud, Reggio Calabria
Collettiva AutonoMIA, Reggio Calabria
Associazione Culturale Magnolia, Reggio Calabria
Celeste Costantino, deputata
Enzo Infantino, volontario umanitario

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo