venerdì 20 aprile 2018 22:14
default-logo

Alternanza Scuola-Lavoro. Università Mediterranea, prosegue progetto con Ufficio scolastico Regionale

Reggio Calabria. Dopo i primi incontri sulla vita universitaria in riva allo Stretto e il collegamento con il mondo del lavoro, rappresentato dai casi di successo di studenti che lavorano presso importanti aziende internazionali, il 6 febbraio si è passati alla fase più operativa, dentro i Dipartimenti: cuore pulsante di ogni ateneo, dove si coniuga didattica e ricerca. La visita ad Agraria, Architettura, Ingegneria, Giurisprudenza ed Economia è suddivisa su più giorni, per consentire agli studenti di individuare interessi e predisposizioni specifiche, per favorire scelte consapevoli in relazione ad un loro progetto personale di formazione e per conoscere il collegamento tra i corsi di studio universitari e i diversi settori lavorativi. I gruppi di 120 studenti sono stati accolti dai direttori per essere poi accompagnati in aule e laboratori dove, attraverso seminari, video e testimonianze, conosceranno le attività di ogni Dipartimento. Non sono mancati i momenti creativi. I professori Colistra e Arena del DArTe hanno allestito due grandi tavoli da disegno di 14 metri ciascuno, per elaborare un disegno collettivo su due diversi punti di vista di alcune vie della città di Reggio Calabria, uno su pianta e l’altro in assonometria. Ogni giorno sarà realizzato un pezzo di città per trasmettere il valore fondamentale che l’aspetto della città è il frutto di un lavoro collettivo, dove ognuno partecipa con la sua piccola porzione. Esattamente come è nella realtà. Le visite ai Dipartimenti proseguiranno a rotazione fino al 17 febbraio. Dal mese di marzo si passerà alle specifiche attività dentro i 25 laboratori prescelti dalle singole scuole. L’Università Mediterranea garantirà il trasporto e il vitto per gli studenti provenienti dagli Istituti della Provincia. Il progetto triennale ”In rete con la Mediterranea” ha registrato l’adesione di 26 istituti secondari di secondo grado di Reggio e Provincia e vede il coinvolgimento per quest’anno di circa 700 studenti delle quarte classi. Agli studenti che si iscriveranno alla Mediterranea, saranno riconosciuti Crediti Formativi Universitari.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo