venerdì 27 aprile 2018 10:03
default-logo
Antonio Ruvolo

Antonio Ruvolo: «Dalla Dieni affermazioni farneticanti, lo Scatolone non sa neppure dov’è!»

 Reggio Calabria. «Farneticanti e scriteriate le affermazioni della deputata grillina Federica Dieni circa la situazione dell’accoglienza a Reggio Calabria. E’ chiaro ed evidente che la rappresentante degli inesistenti 5 stelle reggini, eletta con qualche click sul web, non sa neppure di cosa parla. Anzi è molto probabile che allo Scatolone la Dieni non ci sia mai stata, o che addirittura non sappia neanche dove si trova. Nel frattempo però continua ad offendere il nome di Reggio ed i tanti volontari che quotidianamente si impegnano nel circuito dell’accoglienza, rendendo la nostra città una delle prime in Italia nella gestione degli arrivi programmati». E’ quanto scrive in una nota il Consigliere delegato alla Protezione Civile del Comune di Reggio Calabria Antonio Ruvolo.
«E’ evidente che la deputata grillina, vivendo la città semplicemente da turista, non conosce per nulla ciò che avviene a Reggio Calabria, probabilmente troppo impegnata a seguire l’immensa mole di iatture che i suoi colleghi grillini stanno provocando nella Capitale. La Dieni ignora ad esempio che le operazioni di trasferimento dei richiedenti asilo sono costanti e che, dopo l’impegno delle scorse settimane, che ci ha consentito di liberare la struttura di Archi, subito dopo è stata la volta della struttura dello Scatolone. Il tutto – ha aggiunto Ruvolo – grazie alla splendida sinergia instaurata dal Comune con le istituzioni impegnate sul territorio nel circuito dell’accoglienza, a partire dalla Prefettura che ringraziamo per l’encomiabile impegno quotidiano».
«I teatrini inscenati di fronte alle telecamere ci interessano poco – ha concluso Ruvolo – il nostro è un lavoro serio e responsabile, finalizzato all’accoglienza e alla tutela dei diritti dei migranti. Le iniziative in questa direzione sono state infinite, a partire dalla realizzazione del cimitero dei migranti ad Armo e all’istituzione della giornata dedicata alle vittime del mare, che inseriscono di diritto la nostra Città tra le capitali europee dell’accoglienza. Probabilmente la Dieni anche in questo caso non sa neanche di cosa parlo. Poco male, ormai i reggini sono abituati ad ascoltare le sue osservazioni velleitarie e fuori luogo».

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo