lunedì 23 aprile 2018 11:50
default-logo

A Polistena il seminario sui servizi di cure domiciliari nella Piana di Gioia Tauro

Polistena (Reggio Calabria). Si terrà il prossimo 17 febbraio, a partire dalle ore 16.30 presso la Sala Convegni di Palazzo Sigillò. Si tratta di un importante momento di confronto pubblico sul tema, promosso – di concerto – dal Consorzio Macramè e dal Comune di Polistena. Il programma dei lavori, moderati dal direttore del Consorzio Macramè, Giuseppe Carrozza prevedono gli interventi di: Michele Tripodi – Sindaco Comune di Polistena Fabio Scionti – Sindaco di Taurianova Salvatore Barillaro – Direttore Distretto Tirrenica ASP RC Vincenzo Dattolo – Forum del Terzo Settore Area Piana di Gioia Tauro Stefania Bruno – Esperta in programmazione Politiche Sociali Francesco Tropeano – Responsabile Integrazione Socio Sanitaria ASP RC Pasquale Neri – Responsabile servizi cure domiciliari Consorzio Macramè Lorenzo Sibio – Presidente Legacoopsociali – Cooperativa Sociale Futura.
Tale evento si inserisce in un momento storico particolarmente importante per l’immediato futuro del sistema di welfare calabrese: è di recente approvazione, infatti, la riforma del sistema dei servizi sociali che, dopo ben 16 anni, anche in Calabria demanda ai Comuni la responsabilità della programmazione e la gestione delle politiche di welfare. Diventa quindi strategico attivare al più presto gli strumenti che la riforma mette a disposizione (uffici di piano e piani di zona) e in tal senso la collaborazione, in sede di programmazione, con le parti sociali e le altre istituzioni pubbliche (come previsto dal nuovo regolamento) diventa utile oltre che necessaria. Ciascun attore coinvolto sarà chiamato ad assumersi la propria parte di responsabilità: Regione, Comuni, ASP, Privato sociale, Cittadini, consapevoli che la mancanza anche solo di uno di questi, rischia di fare saltare l’intero sistema. Le esperienze sino ad oggi maturate dagli uffici di piano sono concretamente riconducibili alla gestione dei servizi di cure domiciliari previsti dal PAC (Piano di Azione e Coesione) che ha di fatto anticipato la sperimentazione delle competenze di ambito oggi oggetto di riforma. L’evento-convegno rappresenta dunque un’occasione per affrontare il tema dell’integrazione dei servizi in particolare nella programmazione, promozione e gestione delle politiche per la non autosufficienza, confrontarsi e condividere buone prassi e criticità grazie al concorso dei diversi protagonisti: istituzioni, famiglie, operatori addetti, organismi di advocacy, terzo settore e volontariato.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo