venerdì 20 aprile 2018 12:44
default-logo

Come nasce la BMW serie 3

Quante volte, nella storia, assistiamo alla nascita di una variante di qualcosa, destinata ben presto a diventare una particolarità unica nel suo genere? Un discorso che vale anche e soprattutto nel campo delle automobili, considerando che alcune linee di vetture sono state create con aspettative contenute, salvo poi diventare degli autentici rappresentanti di un’epoca. Questo discorso può essere facilmente applicato alla BMW serie 3: nata come variante a 2 porte della serie 5. Oggi questa berlina sportiva rappresenta in assoluto una delle auto che gli appassionati collegano immediatamente alla bellezza del marchio automobilistico bavarese. Si tratta di un modello che negli anni ha vissuto molte evoluzioni che l’hanno resa sempre competitiva nel mercato al punto che la sua domanda non è mai diminuita, oggi, infatti, gli amanti di questa vettura possono facilmente acquistarla anche nei siti web specializzati come automobile.it aprendo la pagina dedicata alla BMW serie 3, che offre sia i modelli nuovi che usati a prezzi competitivi. Vediamo ora qual è la storia di questa vettura.

La nascita della BMW serie 3
Correva l’anno 1975: la berlina a 5 porte della serie 5 spopolò a tal punto che la BMW si convinse a cavalcare l’onda, producendo una nuova variante a 2 porte. Quella che venne ribattezzata come serie 3 – probabilmente in onore della storica BMW 328 prodotta prima della Seconda Guerra Mondiale – era in realtà destinata ad entrare ben presto nella storia di questo marchio. D’altronde, lo stesso esordio fu come un battesimo del fuoco: la nuova E21 della BMW serie 3 venne infatti presentata al Salone di Francoforte, ovvero ad uno degli eventi da sempre di punta nel settore automobilistico. Da quel momento, le sorti ed il fascino della nota casa automobilistica tedesca non poterono più fare a meno della BMW serie 3, oggi apprezzatissimo dagli amanti delle quattro ruote.

Perché la BMW serie 3 marchiò un’epoca?
Per quale motivo questa berlina sportiva marchiò a fuoco un’epoca, entrando nel cuore degli appassionati di ieri e di oggi? Il motivo fu dovuto al suo design e alle sue linee assolutamente innovative: a dispetto delle premesse di semplice variante, in realtà la BMW serie 3 interrompeva bruscamente l’allora tradizione della casa automobilistica bavarese, mettendo in campo un design compatto e aerodinamico, ed una serie di linee innovative per quei tempi, e soprattutto per le serie già prodotte dalla BMW. L’auto entrò presto a far parte della quotidianità delle persone, che potevano guidarla sfruttando le sue caratteristiche estremamente funzionali, oppure ammirarla durante le gare sportive più importanti del globo.

BMW serie 3: dalla prima generazione ad oggi
La serie 3 originale venne prodotta fino al 1982: anno in cui venne stoppata la produzione in favore di una seconda generazione di berline sportive, le E30. Anche in questo caso, la serie 3 fu destinata a modificare nuovamente il marchio BMW: le linee, totalmente rinnovate rispetto alla precedente generazione, diventarono il nuovo simbolo della casa tedesca fino al termine della produzione, avvenuta nel 1994. Oggi siamo giunti al 2017 e la serie 3 può contare su ben 6 generazioni, vantando il record di auto più venduta della storia della BMW.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo