venerdì 20 aprile 2018 22:16
default-logo

Oltre la competizione. Liceo Volta incontra il circolo Crucitti

Reggio Calabria. È stata una mattinata emozionante e ricca di valori etici, quella trascorsa dagli studenti delle classi IV C, II A e II B ad indirizzo sportivo del Liceo Scientifico “A. Volta” presso il Circolo Tennis “Crucitti”. Hanno condiviso con alcuni “atleti speciali” il piacere di fare sport, comprendendo che l’attività sportiva va oltre l’aspetto agonistico se diventa una pratica per stare bene con se stessi e con gli altri. Si è discusso del concetto di disabilità e della progressiva introduzione di termini che valorizzano la persona e non la patologia e si è parlato dei benefici fisici e relazionali che lo sport può dare soprattutto alle persone diversamente abili. Il Maestro Demetrio Crucitti, punto di riferimento per lo sport inteso come pratica di cittadinanza attiva e consapevole per la nostra città, ha raccontato il percorso che il Circolo ha intrapreso da oltre 20 anni, organizzando corsi specifici per le persone non vedenti ed ipovedenti o con altre disabilità fisiche e mentali ha sottolineato come sia possibile vivere una vita migliore grazie allo sport, imparando a controllare il proprio corpo, sviluppando l’autostima e scoprendo di possedere altre abilità, a volte anche inaspettate. I veri protagonisti della mattinata, però, sono stati loro, i ragazzi atleti speciali : Antonello Catalano ( atleta con disabilita’ mentale ) , Pasquale Nostro e Claudio Sergi ( atleti con disabilita’ fisiche ),sono scesi in campo e hanno fatto vedere, agli alunni del Liceo Scientifico “ Alessandro Volta”, in visita presso il Circolo durante le giornate dedicate alla Formazione e alla Conoscenza del territorio, come sia possibile superare le barriere della disabilità, sfidando quotidianamente i propri limiti, con determinazione e passione. Un bell’insegnamento, da portare nel cuore, per ricordare, come ha detto Nelson Mandela, che “lo sport ha il potere di risvegliare la speranza anche dove prima c’era solo disperazione”

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo