domenica 22 aprile 2018 20:21
default-logo
Maria Antonietta Caracciolo

Agevolazioni Tari, Caracciolo (FI): «Una mera presa in giro per i più deboli!»

Reggio Calabria. Scherza coi fanti ma lascia stare i santi! Così recitava un antico proverbio che ben si adatta alla situazione dell’amm.ne Comunale nei confronti dei disabili. Ed infatti con delibera di Consiglio Comunale N°28 del 28/04/2016 l’Amministrazione aveva promesso che nel 2016 avrebbe provveduto a istituire riduzioni e/o esenzioni della tassa rifiuti per le famiglie indigenti e quelle con a carico disabili finanziandole con i proventi del cinque per mille e con i proventi degli affitti degli immobili sequestrati alla criminalità. Ora premesso che le bollette 2016 della tassa rifiuti sono state inviate e che nulla è stato previsto per le categorie sociali deboli come gli indigenti e i disabili, a tutt’oggi non si ha notizia di alcuna riduzione, nonostante la consegna dei ruoli tributari per il 2017. Anzi per gli altri tributi IMU e TASI sono state riconfermate per il 2017 ed in alcuni casi aumentate le aliquote che i reggini dovranno pagare. Da calcoli effettuati per poter attuare una riduzione del 30% sulla tariffa rifiuti per indigenti e disabili gravi occorrono circa 1 milione di euro. Ed invece, come avevo già anticipato oltre un anno fa, dal 5 per mille il comune ha incassato circa 5000 euro. La domanda sorge spontanea: Con quali soldi il Comune pensa di mantenere la promessa fatta nel 2016 e già non abbondantemente disattesa? Perché oltre al danno economico derivante da tariffe altissime l’Amm.ne guidata da Falcomatà aggiunge la beffa di prendere in giro categorie sociali deboli quali i disabili e gli indigenti che al contrario meriterebbero una attenzione speciale e particolare? Quindi Falcomatà giochi pure ai soldatini sullo scacchiere politico nazionale e locale ma lasci stare i disabili e gli indigenti reggini. A proposito solo 6 anni fa la TARI i disabili avevano il 50% di riduzione. Oggi con la Giunta Falcomatà, i disabili non hanno nessuna riduzione. Ai cittadini le dolenti considerazioni. Per tali ragioni nel prossimo bilancio di previsione chiederemo con un emendamento apposito di prevedere reali riduzioni per i disabili gravi, senza che i più deboli siano strumentalizzati.

Mary Caracciolo
Consigliere Comunale Forza Italia

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo