venerdì 20 aprile 2018 12:43
default-logo

L’imprenditrice reggina Menia Cutrupi, scelta come Digital Women Calabria in parlamento per l’otto marzo

Reggio Calabria. Nella vita di una donna che decide, spesso contro tutto e tutti, di fare impresa in Calabria, le soddisfazioni non sono molte. Al dispendio economico si accompagna un grande dispendio di tempo, senza sapere se porteranno dei frutti. Il sottofondo è sempre lo stesso: un continuo sentirsi ripetere «chi te la fa fare» oppure «non ci riuscirai mai». Sono quelli che io chiamo gli «ammazzasogni», persone che non vedono l’ora che tu fallisca per poterti ripetere «te l’avevo detto». Aggiungiamoci anche un inspiegabile senso di colpa che, specie quando sei madre, aggrava il pregiudizio, rendendo tutto davvero difficile. Mi chiedo spesso se proseguire o lasciar perdere, soprattutto nei giorni in cui la meta sembra più lontana e gli obiettivi irraggiungibili. Dietro ogni passo in avanti c’è una scelta importante, e soprattutto un gran sacrificio. Essere donna ed impegnarsi nella creazione di valore facendo impresa è anche questo: sacrificare il presente per costruire il futuro, impegnarsi in una sfida per sentirsi dire «perché lo fai?» e rispondere «perché non dovrei farlo?». Capita tante volte di essere colte dalla tentazione di desistere, dal dubbio di non sentirsi all’altezza, di non riuscire a essere più forti degli ammazzasogni. Capita quando si decide di cambiare la propria vita, scegliendo di smettere di lamentarsi e di passare all’azione. Perché si finisce per scontrarsi con dei muri quasi insormontabili costruiti dai limiti e dai pregiudizi di chi, per cambiare le cose, si affida alla speranza piuttosto che al cambiamento. Capita spesso, di fronte a queste persone, di sentirsi folli e sole nel voler cambiare il mondo. Quando ho ricevuto l’invito di Milly Tucci, responsabile di AIDR osservatorio donne digitali ed autrice del libro #SoftRevolution, a rappresentare in Parlamento la Calabria come eccellenza digitale durante il convegno dell’8 Marzo “Digital Women” . Mi sono sentita onorata, orgogliosa e, soprattutto, meno sola nel voler creare valore per migliorare la mia Calabria.
Infatti, durante questo importantissimo evento che si terrà presso la camera dei deputati alle ore 16.30 le donne del digitale e dell’innovazione si confronteranno in un dibattito pubblico in cui, dopo una analisi delle istituzioni nazionali ci saranno donne da tutta Italia e di tutte le età in 3 originali Focus “fare”, “comunicare” in trasparenza e “sperimentare”. Insieme parleremo di industria 4.0 al femminile, di Smart city, di Opendata, di competenze digitali, hub e acceleratori per l’imprenditoria. Tra splendide e coraggiose donne, che si impegnano per rivoluzionare il modo di fare impresa in Italia, ci sarò anche io, i miei cofanetti di coccole e la mia azienda “Dreamlab srls”. Un Sogno, quello di fare impresa in Calabria, che si realizza quotidianamente grazie all’impegno ed ai sacrifici di tutto il team delle coccole. Un grazie speciale al mio socio Salvatore Salvaguardia, alla nostra Social media manager Rita La Piana ed alla nostra fotografa/graphic designer Celeste Procopio, per tutta la passione e la professionalità che dedicano giornalmente a questo Sogno innovativo “Made in Calabria”.

Menia Cutrupi

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo