venerdì 20 aprile 2018 12:29
default-logo

Danneggiamento in via Furnari di due autovetture della Polizia Municipale: denunciato

Reggio Calabria. Nell’ambito delle direttive impartite dal Sindaco Avv. Giuseppe Falcomatà e degli indirizzi operativi dell’Assessore alla Polizia Municipale e Sicurezza Urbana Dott. Antonino Zimbalatti, finalizzati a migliorare la vivibilità e la libera fruizione degli spazi pubblici, la Polizia Municipale, diretta dalla D.ssa Maria Luisa Spanò, ha effettuato numerosi servizi per contrastare il fenomeno delle soste selvagge e dell’illecita occupazione del suolo pubblico in città. Con tale attività, che ha interessato sia le zone del centro cittadino che delle periferie, sono state accertate numerose violazioni della normativa relativa alla disciplina della circolazione stradale e in materia di esercizio del commercio su aree pubbliche ed in sede fissa.
Particolare attenzione è stata rivolta alla prevenzione ed alla repressione del commercio abusivo su area pubblica, soprattutto sul Corso Garibaldi, ed al controllo della sosta in prossimità degli snodi più importanti per la viabilità cittadina (Vallone Petrara – vicino agli OO.RR. -, Viale Calabria, Via De Nava, ecc.) e nelle zone ove di recente l’Amministrazione Comunale ha adottato nuovi provvedimenti per razionalizzare la circolazione stradale, laddove risultava particolarmente critica per la presenza di plessi scolastici e di esercizi commerciali.
In tale contesto, in Via Nicola Furnari, ove di recente è stato istituito un nuovo divieto di sosta, personale dipendente del Nucleo Radiomobile del Comando Polizia Municipale è intervenuto ripetutamente, dapprima con finalità preventive e, successivamente, applicando i necessari provvedimenti sanzionatori i cui risultati, in termini di miglioramento del traffico, sono stati apprezzati dai numerosi cittadini residenti in zona.
Tuttavia, nel corso di uno di tali interventi, eseguito nel mese di gennaio, sono stati danneggiati gli pneumatici di due autovetture di servizio della Polizia Municipale. Attesa la gravità del gesto, l’Istruttore Direttivo Salvatore Garofano, responsabile del Nucleo Radiomobile del Comando, avviava nell’immediatezza le opportune indagini tese ad identificare l’artefice del danno. Procedeva, pertanto, svolgendo una capillare e articolata attività info-investigativa, ad acquisire le riprese delle telecamere di alcuni esercizi commerciali e ad incrociare le numerose informazioni raccolte sul posto con i dati forniti dalla Banca Dati della Questura di Reggio Calabria.
La problematica di Via Nicola Furnari veniva altresì rilevata nell’ambito dell’operazione interforze denominata Focus ‘Ndrangheta, coordinata dalla Questura di Reggio Calabria, nel cui contesto venivano effettuati anche controlli di polizia amministrativa in diversi esercizi della zona, dai quali emergevano violazioni della normativa che tutela il commercio e la sicurezza alimentare. A conclusione delle predette attività, particolarmente articolate e complesse, veniva individuato l’autore del vile gesto, danneggiamento delle autovetture della Polizia Municipale, nella persona di D.L., cittadino italiano di anni 46, che veniva denunciato a piede libero all’A.G.
Quanto accaduto, oltre a varcare la soglia dell’illecito penale, spregia i principi del vivere civile ed assume il valore di gesto intimidatorio nei confronti del lavoro svolto dagli agenti della Polizia Municipale che, pur tra mille difficoltà, si prodigano quotidianamente a tutela della collettività . Per tali motivi i servizi della Polizia Municipale, finalizzati al rispetto delle norme della circolazione stradale, in materia di tutela del commercio e della sicurezza alimentare, continueranno anche nelle prossime settimane senza soluzione di continuità.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo