mercoledì 25 aprile 2018 10:16
default-logo
Carabinieri Locri posto di blocco

Focus ‘ndrangheta nella Locride: 5 stranieri espulsi, 1 arresto e 6 denunce

Locri (Reggio Calabria). Proseguono in maniera serrata i servizi di controllo straordinario del territorio disposti dal Comando Gruppo Carabinieri di Locri, finalizzati alla repressione dei reati in genere, con particolare attenzione, questa volta, al controllo di cittadini extracomunitari tesi a verificare la regolare permanenza degli stessi nel territorio dello Stato Italiano.
A tal proposito, negli ultimi giorni, sono stati eseguiti controlli a tappeto nei centri a più alto indice di presenza di stranieri, non omettendo anche un’attenta attività di monitoraggio e controllo alla circolazione stradale, che ha visto l’identificazione di 114 persone e di 81 veicoli.

In tale ambito sono state avviate le procedure di espulsione per la violazione della normativa di settore sull’immigrazione nei confronti di 5 persone tutte prive del permesso di soggiorno:

  • un 33enne indiano, rintracciato nel Comune di Ardore;
  • un 26enne pakistano, rintracciato nel Comune di Bovalino;
  • un 25enne indiano e un 31enne pakistano, entrambi rintracciati nel Comune di San Luca;
  • un 43enne indiano, rintracciato nel Comune di Gioiosa Jonica.

Sempre nell’ambito di tali servizi:

  • i Carabinieri della Stazione Siderno hanno tratto in arresto Damiano Rocco Tavernese, 70enne del posto, a seguito di un provvedimento ripristino della misura degli arresti domiciliari, emesso dalla Suprema Corte di Cassazione, conseguente alla revoca della misura da parte del Tribunale del Riesame di Reggio Calabria. L’uomo, indagato per associazione di tipo mafioso, è stato condotto presso la propria abitazione;i Carabinieri del N.O.RM. – Aliquota Radiomobile – di Roccella Jonica hanno denunciato:
  • un 53enne di Riace per guida in stato di ebbrezza. Lo stesso è stato sorpreso alla guida della propria autovettura in evidente stato di ebbrezza e, all’atto del controllo, si è rifiutato di sottoporsi al relativo accertamento;
  • un 22enne di Mammola per guida in stato di alterazione psicofisica per uso di sostanze stupefacenti. L’uomo, sorpreso alla guida di un autoveicolo in uno stato di alterazione psicofisica, è risultato positivo ad agli accertamenti tossicologici effettuati presso l’ospedale civile di Locri, con valori superiori ai limiti consentiti;
  • i Carabinieri della Stazione di Gioiosa Jonica hanno denunciato un 69enne del posto per omesso custodia di armi, poiché, a seguito di un controllo domiciliare ai sensi dell’art. 38 T.U.L.P.S., non ha osservato la normativa di settore sulla custodia delle stesse;
  • i Carabinieri delle Stazioni di Stilo e Mammola hanno denunciato 3 persone di Marina di Gioiosa Jonica ed una di Gioiosa Jonica, di età compresa tra i 19 e i 52 anni, per attività di gestione di rifiuti non autorizzata. Gli stessi sono stati sorpresi a bordo dei rispettivi autocarri mentre trasportavano materiale ferroso senza alcuna autorizzazioni. I mezzi sono stati sottoposti a sequestro.
  • Infine i Carabinieri delle Stazioni di Marina di Gioiosa Jonica e di Roccella Jonica, hanno segnalato due minorenni e un maggiorenne alla Prefettura di Reggio Calabria, per uso di sostanze stupefacenti. Gli stessi, nel corso di una perquisizione personale e veicolare, sono stati trovati in possessi di alcuni grammi di marijuana e 3 spinelli pronti al consumo.

Damiano Rocco Tavernese

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo