sabato 21 aprile 2018 17:13
default-logo

Automobile Club Reggio Calabria. Non approvato il bilancio dell’Ente

Reggio Calabria. Giornata cruciale per il sodalizio reggino di Via De Nava presieduto dall’avvocato Santo Alfonso Martorano. Nel tardo pomeriggio di mercoledì, durante la seduta per l’approvazione del Bilancio Consuntivo 2016 dell’Ente, un nutritissimo gruppo di soci presenti, non ha approvato l’operato del presidente, Santo Alfonso Martorano, colpendolo là dove l’assemblea dei soci è chiamata ad esprimere, oltre che per il Bilancio, il proprio gradimento sul complessivo andamento della politica portata avanti.
Il “Bilancio” come risultato numerico, ma più come un esame dell’azione condotta fin qui dal gruppo del presidente Martorano, non ha incontrato il favore dei molteplici intervenuti che hanno espresso, in modo pacato e democratico, la propria sfiducia. Quindi un no secco che deve essere inteso come il bisogno, soprattutto dei tanti partecipanti, che hanno voluto rivendicare il proprio ruolo di sportivi. La nutrita presenza in sala, composta anche da una folta schiera di piloti, ha chiesto anche a gran voce le dimissioni del presidente Martorano, “colpevole”, tra le altre, di non aver iscritto in calendario nazionale anche la storica cronoscalata “Santo Stefano-Gambarie” che dopo i successi riscontrati la scorsa stagione, per questo 2017 aveva ottenuto il titolo di Tvm nazionale. L’assemblea è stata portata alla votazione finale (in base all’articolo 50 dello Statuto dell’Ente; e che ha dettato la metodologia sui criteri di votazione del Bilancio in base all’articolo 62 dello Statuto e all’articolo 4 comma 1 del regolamento interno dell’Automobile Club Reggio), tra gli applausi dei presenti, dal vice presidente Salvatore Lipari, coadiuvato dai due direttori dell’Ente reggino presenti, dottoressa Sandra Pagani e dottor Salvatore Memoli, unitamente ai due consiglieri Battaglia e Catalano, allorché il presidente Martorano, senza nessun motivo apparente, ha abbandonato (per la terza volta durante la seduta) definitivamente il consesso.
I soci presenti, dopo quasi cinque ore di estenuante e prolungata lettura del Bilancio, hanno espresso la propria sfiducia nella gestione del presidente Martorano esprimendo tutto il loro disappunto nel momento delle votazioni finali per l’approvazione del Bilancio Consuntivo 2016. Ben 43 i soci che non hanno approvato il Bilancio e soli 13 (di cui la maggior parte espressi dai dipendenti dell’Aci Global) quelli che hanno dato parere favorevole (nessuno astenuto). All’assemblea hanno partecipato ben 143 soci di cui 87 non hanno potuto partecipare alla votazione poiché tesserati successivamente a giorno 3 aprile data di convocazione dell’assemblea. Bilancio, quindi, non approvato e la “palla” passa adesso agli uffici di Roma dell’Automobile Club Italia. Cosa succederà ora, da oggi in poi non è dato saperlo, ma si auspica per l’Automobile club di Reggio Calabria, una nuova stagione, dove possano convivere le molteplici anime che naturalmente devono orbitare attorno all’Ente, preposto soprattutto allo Sport ed all’associazionismo.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo