domenica 22 aprile 2018 01:01
default-logo

Malacrino a colloquio con i vertici Enit. Obiettivo promozione dei Bronzi di Riace nel mondo

Roma. Un’agenda romana fitta di appuntamenti per il Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria. Dopo il meeting di mercoledì a Villa Borghese, per gli Stati Generali degli Amici dei Musei e delle Gallerie, Carmelo Malacrino ha incontrato ieri mattina, nella capitale, il Direttore Esecutivo dell’Enit, Giovanni Bastianelli. Un colloquio all’indomani della volontà del Ministro dei beni e le attività culturali e del turismo, Dario Franceschini di coinvolgere l’Agenzia nazionale del Turismo nella promozione dei Bronzi di Riace. “Un progetto specifico per Reggio Calabria” aveva dichiarato solo qualche giorno fa il titolare del dicastero di Via del Collegio Romano, in una diretta facebook sui temi della cultura con il segretario del PD, Matteo Renzi.
«Un segnale importante di attenzione verso la Calabria da parte del Ministro – commenta Malacrino – che ci spinge a dare il massimo per la crescita del nostro sistema museale. L’incontro è servito per fare il punto sulle strategie da sviluppare per promuovere tutto il patrimonio conservato al MArRC, in Europa e nel mondo, non soltanto i guerrieri di Riace». «Paesaggio, enogastronomia, reperti e collezioni nel confronto con Bastianelli, per consolidare «la visione di una struttura museale calabrese che racconta la storia di una regione posta nel cuore del Mediterraneo, via di passaggio e di confluenza di culture e civiltà» – afferma ancora il Direttore del MArRC.
In attesa, così come già programmato, che il Presidente della Regione, Mario Oliverio incontri i vertici Enit per avviare il tavolo operativo e definire insieme le azioni da compiere. Il Direttore Malacrino, inoltre, domani 6 maggio parteciperà, alle Terme di Diocleziano, all’iniziativa MiBACT “Borghi – Viaggio Italiano”, alla quale aderisce anche la Calabria con ben undici località. Una presenza che si riaggancia alla promozione del MArRC quale luogo identitario di tutto il territorio calabrese, nel quale convergono le espressioni artistiche, sociali e culturali, dalla Preistoria in poi, di tutta la regione.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo