lunedì 18 dicembre 2017 08:04
default-logo
Nicola Irto

Consiglio regionale Calabria 2° in Italia per numero di leggi approvate

Reggio Calabria. Con 47 leggi approvate nel 2016 il Consiglio regionale della Calabria è stato il secondo in Italia per numero di leggi approvate. Quinto in Italia per numero di leggi, 40, approvate nel 2015. E’ stato il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, ad illustrare le attività e i provvedimenti della massima assise regionale nel corso di una conferenza stampa tenuta stamani a Palazzo Campanella. Se da un lato aumenta la produzione legislativa, diminuisce però il contenzioso costituzionale: nel 2016 solo 2 le leggi regionali impugnate dal governo, zero, finora, le leggi impugnate dal governo nel 2017. Numeri che consentono a Irto di annunciare che “è aumentata la qualità della produzione legislativa” a fronte di un contenzioso costituzionale di 16 leggi impugnate dal governo negli anni 2010-2014 e 4 negli anni 2015-2017.
Ammonta invece a quattro milioni di euro la riduzione delle spese del personale per l’adesione al cd “Salvaroma” per l’annualità 2015/2016. “Con la nuova struttura regionale – ha annunciato ancora Irto – da 22 posizioni dirigenziali passiamo a 16, da 4 aree, i dirigenti di area, che comunemente chiamiamo direttori generali, diventano 2”. La riduzione dell’organico porta un risparmio pari a 260 mila euro l’anno. I provvedimenti adottati riguardano anche l’obbligo per gli appartenenti alle strutture speciali di timbrare il cartellino come ogni altro impiegato, anche se nel loro caso si terrà comunque conto della peculiare attività svolta, a supporto dei consiglieri regionali, che vengono effettuati in orari diversi dai normali orari d’ufficio. I risparmi hanno riguardato anche le strutture dei politici, con un risparmio pari a 383 mila euro l’anno per effetto dell’eliminazione degli incentivi per quelle strutture. Per quanto riguarda la riqualificazione della spesa, infine, il dato già certificato dal Collegio dei revisori dei Conti registra un risparmio pari a 3 milioni e 344 mila euro solo per il 2016 per effetto dei tagli a forniture di beni e servizi e consulenze esterne. Quello delle consulenze esterne in particolare, ha detto Irto rispondendo alle domande dei cronisti, sarà tema di un bilancio di fine legislatura. Infine Irto ha annunciato per martedì 12 dicembre la seduta del consiglio regionale, in cui il presidente Oliverio riferità in consiglio tutte le novità sulla sanità, tema caldo della politica calabrese, oltre alla discussione su provvedimenti legislativi inerenti gli incendi boschivi, i campi scuola per bambini diabetici e l’edilizia sociale.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo