venerdì 20 aprile 2018 07:06
default-logo
Il pattugliatore di squadra Comandante Borsini della Marina Militare

Dal 9 all’11 marzo si potrà visitare la nave Libra al porto di Reggio Calabria

Reggio Calabria. Da venerdì 9 a domenica 11 marzo, al termine dell’addestramento di periodo svolto in questi giorni con l’obiettivo di mantenere elevato lo standard di capacità delle unità della Squadra navale, il pattugliatore di squadra Comandante Borsini e il pattugliatore d’altura Libra sosteranno, rispettivamente, nei porto di Crotone di Reggio Calabria. Nave Borsini, varata nel 2001, è la seconda delle 4 unità che costituiscono la classe “Comandanti” ed il suo abituale porto di assegnazione è Augusta (SR). L’unità navale per le sue caratteristiche costituisce, operativamente, l’elemento mobile di superficie di un dispositivo aeronavale di sorveglianza di piccola o ampia dimensione con molteplici compiti nell’ambito della difesa e salvaguardia del territorio nazionale.
Il carattere complementare di questo tipo nave permette infatti di assicurare un prezioso supporto a favore della collettività in diversi settori come l’antinquinamento, la tutela dei siti archeologici marini nell’ambito della collaborazione con enti di protezione ambientale, assistenza umanitaria, impiego in aree di interesse nazionale in supporto alla politica estera e con lo scopo di una sempre più capillare diffusione della cultura marittima e del rispetto ambientale.
Nave Libra, seconda unità della classe “Costellazioni prima serie”, è stata varata nel 1988 presso i cantieri navali di Muggiano (La Spezia) e consegnata alla Marina Militare l’anno seguente. Le quattro navi gemelle della classe – Cassiopea, Libra, Spica e Vega – sono state realizzate nel contesto della Legge nr. 979 del 31 dicembre 1982, meglio nota come “Legge sulla difesa del mare”. Questa classe di navi, infatti, è equipaggiata con specifiche attrezzature per la bonifica dell’inquinamento marino. Oltre alle operazioni di antinquinamento, i compiti principali dell’unità sono il pattugliamento delle coste nazionali, la vigilanza sull’attività di pesca, il controllo dei flussi migratori, la ricerca e soccorso per la salvaguardia della vita umana in mare. La nave, il cui porto di assegnazione è Messina, fa parte della Prima Squadriglia Pattugliatori ed è inquadrata sotto il Comando delle Forze da Pattugliamento di base ad Augusta (Siracusa). Durante la sosta entrambe le Unità Navali saranno aperte alle visite a bordo nelle seguenti modalità:

– Venerdì 9 marzo dalle ore 15.00 alle ore 18.00;
– Sabato 10 marzo dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00;
– Domenica 11 marzo dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

 

Articoli recenti o correlati