sabato 21 aprile 2018 05:21
default-logo

Associazione Comuni dell’Area dello Stretto. Vizzari dopo la rielezione: «Il nostro lavoro ha permesso l’abbattimento del campanilismo»

Reggio Calabria. Si è svolta ieri presso Palazzo Alvaro, sede della città metropolitana di Reggio Calabria, l’assemblea dei Sindaci dell’Associazione dei Comuni dell’Area dello Stretto, che ha riconfermato all’unanimità nella carica di presidente Roberto Vizzari, sindaco di San Roberto, storico promotore dell’associazione nata nel 2011. L’associazione comprende i comuni di Bagnara Calabra, Calanna, Campo Calabro, Cardeto, Fiumara, Laganadi, Motta San Giovanni, Reggio Calabria, San Roberto, Sant’Alessio in Aspromonte, Santo Stefano in Aspromonte, Scilla, Villa San Giovanni e Montebello Jonico.
I primi cittadini, o gli amministratori, presenti all’assise, su proposta del Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, hanno indicato Vizzari come loro rappresentante nel solco della continuità e dell’ottimo lavoro svolto dal 2011 ad oggi. Insieme al sindaco di San Roberto è stato riconfermato tutto il direttivo composto dai sindaci: Giovanni Verduci – Motta San Giovanni; Domenico Romeo – Calanna; Giuseppe Falcomatà – Reggio Calabria, Gregorio Frosina – Bagnara Calabra; Alessandro Repaci – Campo Calabro.
Il rieletto Presidente, durante il suo intervento ha voluto ringraziare tutti gli amministratori per il sostegno e la collaborazione “che mi avete dato e dimostrato in tutti questi anni alla guida dell’Associazione dei Comuni dell’area dello Stretto. Un ruolo che ho cercato di interpretare nel migliore dei modi, nel massimo rispetto delle opinioni, anche politiche, che ognuno di voi ha espresso, cercando di assicurare un dibattito corretto e costruttivo. Un ruolo che mi riempie di orgoglio e mi sprona a fare sempre meglio”.
L’Associazione dei Comuni dell’Area dello Stretto, nel tempo, grazie al lavoro svolto, è diventata, infatti, una macchina territoriale pronta a soddisfare le necessità di tutti i Municipi, rispettando le peculiarità, le tradizioni e le storie di ogni singolo Comune, dove tutte le componenti hanno operato per tirar fuori le potenzialità di una terra che può e deve conoscere uno sviluppo maggiore. Nata in maniera innovativa, ha incoraggiato lo sviluppo e la creazione di altre associazioni simili in tutta la Regione ed è riuscita a garantire servizi di qualità, spesso integrati, in periodi storici non semplici, soprattutto per una congiuntura economica sfavorevole.
“Un lavoro coeso e sinergico, quello portato avanti – ha detto Vizzari – che ha permesso l’abbattimento del campanilismo, di superare difficoltà gravi, di vincere battaglie su temi delicati quali la sanità, i trasporti, la scuola, la legalità. Di intraprendere e favorire la discussione sulla nascita della Città Metropolitana, attraverso un’opera di confronto, di collaborazione ed inclusione”. Tante, tuttavia, le cose ancora da realizzare. “Obiettivi primari di questa Associazione dovranno essere: valutare le esigenze dei cittadini e degli operatori economici, fornendo risposte all’altezza dei loro bisogni; promuovere lo sviluppo socio-economico de culturale dei territori dei Comuni; valorizzare il patrimonio storico.-artistico; regole semplici e uguali per tutti”.
“Per questo – ha concluso, tra gli applausi – sarà fondamentale operare come fatto finora, senza perdere il filo della collettività e dell’unione, intesa nel senso più profondo del termine”.

Articoli recenti o correlati