giovedì 26 aprile 2018 15:00
default-logo
Lenin Montesanto

Slow Food in Calabria, domani il congresso a Saracena

Saracena (Cosenza). “Se siamo oggi la prima Condotta Slow Food della Calabria per numero di iscritti e la quarta d’Italia, dopo Torino, Roma e Palermo e prima di Milano, lo dobbiamo anzi tutto all’impegno, alla fiducia ed alla caparbia di quanti condividono con noi da sette anni questo percorso virtuoso e di cambiamento. Che abbiamo portato avanti riconoscendoci e privilegiando tre approcci che misurano la credibilità della nostra associazione: 1) l’autonomia, l’indipendenza e l’equidistanza dalla politica e dalle istituzioni a tutti i livelli, con le quali abbiamo sempre interloquito e con le quali continueremo a confrontarci alla pari; 2) la consapevolezza di dovere e di potere interpretare l’esigenza e la voglia di riscatto e di sviluppo della nostra terra facendo nostra, sul campo, con trasparenza, dignità, genio ed ambizione, la sfida della sovranità alimentare in una regione che ha tanta biodiversità quante contraddizioni; 3) la militanza come carta d’identità di un gruppo di pressione convinto che si possa e si debba fare lobbying per il ritorno manageriale alla terra e per lo sviluppo durevole dei territori e che la vera rivoluzione si fa oggi nelle mense scolastiche, al ristorante, nel carrello della spesa e nel frigorifero di casa”.
È quanto dichiara il Fiduciario del Convivium Slow Food Pollino Sibaritide Arberia Lenin Montesanto invitando gli oltre 600 soci del sodalizio con sedi a Saracena ed a Rossano e tutti i simpatizzanti della Chiocciola e del cibo buono, pulito e giusto all’assemblea annuale ed al contestuale congresso in programma venerdì 23 marzo nel Paese del Moscato Passito. – Assemblea e congresso sono fissati alle Ore 15 in prima ed alle Ore 16 in seconda convocazione, al civico 1 di Via Fiumara, nella sede della Condotta inaugurata lo scorso anno, all’ingresso del borgo del Pollino. All’ordine del giorno, in vista delle prossime tappe congressuali regionali e nazionale, vi sono tra l’altro il rinnovo delle cariche elettive, l’elezione dei 7 delegati (spettanti alla Condotta) per il congresso regionale e la candidatura alla Presidenza di Slow Food Calabria.
Nella stessa giornata (dalle Ore 16.30), si aprirà la tre giorni del “Saracena wine festival”, evento giunto alla sua nona edizione, da quest’anno finanziato dalla Regione Calabria e che vede confermata tra i suoi partner, insieme all’Amministrazione Comunale anche la Condotta Slow Food Pollino Sibaritide Arberia.
SARACENA WINE FESTIVAL 2018: Il programma di questa nona edizione, ideata, curata e diretta da Giovanni Gagliardi (tra i soci co-fondatori di Slow Food Pollino Sibaritide Arberia) prevede, venerdì 23, alle ore 16,30 l’apertura dei banchi di assaggio; alle ore 17.30 “LA PIÙ GRANDE DEGUSTAZIONE DI MOSCATO DI SARACENA”; alle ore 19 la “VECCHIA, GIOVANISSIMA CALABRIA”; alle ore 20 il “TRIBUTO AL MOSCATO DI SARACENA E ALLA PODOLICA CALABRESE” e “MANGIARI DI STRADA, OSTERIE CASALINGHE, DEGUSTAZIONI ITINERANTI NEL CENTRO STORICO”. Alle ore 22 si esibiranno i “COLTIVATORI DI MUSICA. Sabato 24, alle ORE 16 incontro sul tema “L VINO OSPITA LA BIRRA”; alle ore 17.30 “IL VINO CALABRESE, LA GRANDE NICCHIA” e alle ore 19 “I ROSSI DI CALABRIA”. Dopo le degustazioni itineranti, alle ore 22 il concerto degli “APRÈS LA CLASSE IN CONCERTO”. Domenica 25, alle ore 11.30 Piero Sardo, Presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità presenterà il libro “I FORMAGGI NATURALI”. Alle 16 il focus si sposterà su “I PRESIDI ITALIANI DEL PASSITO E I FORMAGGI NATURALI”. “IL PRESIDIO DELL’OLIO ITALIANO – CALABRIA” è il tema dell’incontro che si terrà alle 18.30.

Articoli recenti o correlati