sabato 21 aprile 2018 11:28
default-logo
Fgc e Pc scendono in piazza in favore della Palestina

Cosenza. Fgc e Pc il 7 aprile in piazza per la Palestina

Cosenza. Le Federazioni di Cosenza del Partito Comunista (PC) e del Fronte della Gioventù Comunista (FGC) chiamano studenti, lavoratori, disoccupati e precari cosentini a scendere in piazza in solidarietà al popolo palestinese «barbaramente massacrato dall’occupante Israele in occasione della Giornata della Terra. Ogni 30 marzo i palestinesi commemorano i 6 caduti del 1976, quando scoppiarono proteste contro l’espropriazione di terreni agricoli ad opera di Israele, e proprio negli scorsi giorni i cecchini israeliani hanno aperto il fuoco contro civili disarmati, uccidendone 18 e ferendone migliaia.
La situazione in Palestina negli ultimi mesi è peggiorata, complice la scelta di Trump di spostare l’ambasciata statunitense a Gerusalemme, tornando ai livelli di qualche anno fa, con Israele, sostenuta da Nato e Usa, che ha intensificato gli atti di oppressione di questo popolo, compiendo arresti ingiustificati, massacri e atti di forza che opprimono e umiliano il popolo palestinese, basti pensare alla giovane Ahed Tamimi, diciassettenne rinchiusa da mesi nelle carceri, con l’accusa di aggressione e istigazione alla violenza, per essersi opposta, disarmata, alle prepotenze dei soldati israeliani.
Nel mentre i media occidentali tacciono sulle violenze degli ultimi mesi e parlano del massacro avvenuto negli ultimi giorni come di una battaglia fra due fronti contrapposti con il chiaro obiettivo di distorcere la verità e influenzare le masse, lasciando credere che i palestinesi fossero armati.
Tutto questo è inaccettabile, dobbiamo rompere la gabbia del silenzio e smontare le falsità sulla Palestina, scendiamo in piazza per esprimere la nostra contrarietà al riconoscimento di Gerusalemme come capitale d’Israele, stato assassino e liberticida, per rivendicare la liberazione di Ahed Tamimi e per rivendicare la pace in quella terra, tramite la liberazione della Palestina dall’occupazione sionista».

Articoli recenti o correlati