giovedì 26 aprile 2018 05:41
default-logo

Una sola protezione civile a salvaguardia dell’incolumità pubblica, la proposta di legge dell’Usb Vigili del Fuoco

Catanzaro. Era il non molto lontano anno 2011 quando l’Unione Sindacale di Base USB, del comparto dei Vigili del Fuoco, sottoscrisse dall’esclusiva penna una proposta di Legge denominata appunto: Istituzione del Corpo Nazionale di Protezione Civile Soccorso Tecnico Urgente della Prevenzione e delle Emergenze. Lo stesso Disegno di Legge è stato presentato al Governo di allora, ma finì nel cassetto del dimenticatoio, tant’è che ogni Legislatura è stata attualizzata e riproposta, anche oggi è venuto il momento di riprendere e mettere in atto ciò che è altamente efficiente per l’intera cittadinanza.
Premesso che la Legge 24 febbraio 1992 n° 225 stabilisce già che il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco è la struttura portante della Protezione Civile. Questa norma, pur rappresentando un passo avanti nella riorganizzazione della Protezione Civile, a distanza di 25 anni, non ha trovato una vera collocazione nel sistema dei soccorsi in Italia. Altre Leggi si sono succedute come – il D.Lgs. 139/06 – indicando Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, come la struttura dello Stato ad ordinamento “Civile” e componente fondamentale del servizio di Protezione Civile ai sensi dell’articolo 11 della legge 24 febbraio 1992, n. 225 – per non parlare delle normative vigenti e dei Decreti Legislativi recanti le disposizioni in materia di sistema nazionale della Protezione Civile che inquadrano sempre il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco come primo organo a muoversi e ad operare in materie di calamità, alluvioni, ecc. portando il soccorso a tutta la cittadinanza, anche per la sua capillarità sul territorio italiano. Questo stesso DDL propone di fare uscire i Vigili del Fuoco dal Ministero dell’Interno facendolo passare sotto la Presidenza del Consiglio dei Ministri titolata ad emanare lo stato di calamità nazionale, e cioè tutta la Protezione Civile fa capo solo ed esclusivamente all’istituendo Corpo Nazionale di Protezione Civile Soccorso Tecnico Urgente della Prevenzione e delle Emergenze, eliminando centinaia di Protezioni Civili che servono solo per bacino elettorale facendo progressivamente rallentare tutta la macchina del soccorso, in quanto il sistema di Protezione Civile viene fatto scattare entro le “72 ore” dall’evento e dal disastro, mentre nell’immediatezza dell’evento solo il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco si mobilita da tutta Italia.
Ma soprattutto evidenziamo che questo Disegno di Legge è a Costo “ZERO”, il capitolato del C.N.VV.F. verrà assorbito sotto l’egida del Consiglio dei Ministri eliminando tutte quelle figure della Protezione Civile che spesso sono di intralcio alle attività di soccorso per la mancanza di un Coordinamento Nazionale, anzi come USB VV.F attendiamo ancora risposte sulla vicenda di Rigopiano (l’elicottero mai fatto decollare). Si è proposto tutto questo per dare un altissimo servizio a tutta la cittadinanza, finendo di sperperare soldi pubblici della Protezione Civile e mezzi mai utilizzati e finti volontari, che di giorno lavorano come banchieri e nel tempo libero alimentano questo loro hobby del soccorritore.
Diciamo basta ad un sistema di volontariato che i vari Governi vorrebbero sostituire al sistema professionistico. La lottatrice e soprattutto la sostenitrice di questo DDL “perfetto” sarà in questa fase la Senatrice del M5S Bianca Laura Granato, affiancata da tutta l’USB VV.F. e da tutti i Lavoratori precari e permanenti di tutto il C.N.VV.F., in quanto il soccorso è questione di minuti che fanno la differenza nel salvare le vite umane e non si tratta di giochi di poltrone e soldi. Ecco perché da domani saremo nelle piazze insieme a tutti i cittadini, a sostegno della proposta di Legge al fine di far seguire un iter veloce in Parlamento.
Tutto questo viene fatto a favore della popolazione, affinché si accorcino sempre di più i tempi di risposta alla richiesta di aiuto da parte dei cittadini di questo paese ed è proprio con loro che vogliamo lottare per la realizzazione di questo obiettivo.

per Il Coordinamento Regionale USB VV.F.
Giancarlo Silipo

Articoli recenti o correlati