giovedì 26 aprile 2018 01:36
default-logo
Università Mediterranea

Alla Mediterranea studiosi di tutta Europa discutono delle nuove tecnologie elettroniche applicate

Reggio Calabria. Ha preso il via stamattina l’assise internazionale dei giovani studiosi di tutto il mondo sulle tecnologie innovative per le telecomunicazioni. Un’occasione di discussione sulle tematiche di avanguardia, in particolare le tecnologie 5G, alla quale, oltre a studiosi provenienti da tutto il mondo, partecipano anche gli studenti della Mediterranea ed alcuni liceali provenienti dalle scuole cittadine.
Un’occasione in cui l’approfondimento scientifico fa rima con diffusione, che permette di mettere in evidenza le eccellenze della Mediterranea, in un ambito di grande importanza e prestigio. Il Workshop internazionale “IEEE Broadcast Technology Society Young Professionals Workshop 2018” dal titolo “The Convergence of Broadcasting and 5G Enabling Technologies” si tiene nelle giornate del 16 e 17 Aprile 2018 , presso il Dipartimento DIIES dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. L’evento è organizzato dal Prof. Wout Joseph (Ghent University, Ghent, Belgium), presidente dello Young Professionals Committee e dal Prof. Giuseppe Araniti, Vice-presidente del IEEE BTS – Sezione Italiana.
Il soggetto promotore, l’Institute of Electrical and Electronic Engineers (IEEE), è una delle più rinomate associazioni internazionali di scienziati professionisti che si occupa, in particolare, della promozione delle scienze tecnologiche. Il Workshop, della durata di due giornate, prevede un ciclo di lezioni, tenute da 10 Keynote Speaker di chiara fama internazionale operanti nell’area delle Telecomunicazioni. Ognuno di loro terrà una lezione di 45 minuti con l’obiettivo di presentare lo stato dell’arte nell’ambito delle tematiche di interesse del Workshop e i recenti avanzamenti scientifici nel campo delle reti di telecomunicazione di quinta generazione (5G) e delle comunicazioni broadcast.
Gli speaker provengono da otto differenti università europee (Bruxelles, Gand, Bilbao, Dublino, Londra, Valencia, Dresda, Brunswick), con la maggior parte delle quali sono in atto collaborazioni con i ricercatori del dipartimento DIIES che operano nel settore delle Telecomunicazioni. I partecipanti all’evento hanno la possibilità di prendere parte a stimolanti confronti tra studiosi del settore, ottenere suggerimenti sulle attività da loro svolte e avviare future collaborazioni di ricerca. Le attività avviate stamattina vertono in particolare sui principi di funzionamento delle reti wireless 5G, con particolare attenzione alla descrizione delle comunicazioni broadcast/multicast nelle reti cellulari e degli emergenti concetti di Internet degli oggetti (IoT), comunicazioni veicolari (V2X), servizi multimediali di nuova generazione. Durante il corso dei seminari verranno anche affrontate problematiche di convergenza dei sistemi broadcast verso le reti cellulari, di networking e di gestione delle risorse radio.
Il Workshop rappresenta un momento di alta significatività per l’Ateneo reggino, che si propone al centro di iniziative di studio in un ambito fortemente in crescita in questa fase storica, e permette di toccare con mano la specificità di una proposta didattica di avanguardia, collegata con le più importanti centrali di studio europeo su questi temi. La partecipazione di oltre centocinquanta iscritti, tra studenti, ricercatori e professionisti del settore attesta la grande attenzione con cui la comunità scientifica guarda a questo evento, ma anche la particolare lungimiranza che alcune scuole hanno avuto nel garatnire ai propsi studenti la partecipazione ad un evento di così grande rilievo.

Articoli recenti o correlati