venerdì 20 aprile 2018 02:51
default-logo

Un canestro per la speranza

 

Un’attività molto intensa quella della società Nero –arancio anche in ambito sociale. Lo sport racchiude in se numerosi valori come quello dell’aggregazione, della condivisione e della sana competizione, e la presenza di società sportive di un certo livello sul territorio deve costituire un valore aggiunto, capace di dare il suo apporto, attraverso l’interazione con gli operatori del settore e la collaborazione con le Istituzioni, per la crescita e lo sviluppo del territorio stesso.  Proprio in quest’ottica la Viola sta dando vita a numerose iniziative racchiuse nell’ambito di un progetto denominato “La Viola per il sociale”, con il sostegno di preziosi partners. Lo scopo della Società è quello di intervenire nel processo di crescita del territorio attraverso l’attenzione rivolta alle fasce deboli di cittadini ed alla creazione di iniziative che possano, in un modo o nell’altro, essere di aiuto e sostegno a chi ne ha bisogno. Ed è così che nasce l’ultima iniziativa della Liomatic Viola che ha aderito ad un’importante evento a favore delle popolazioni di Giampilieri, Scaletta, Molino e Altolia, che nel mese di ottobre sono state colpite dall’alluvione.
“Un canestro per la speranza” è il titolo della manifestazione che vedrà il quintetto reggino “sfidare” l’Igea Basket (serie A Dilettanti), del presidente Immacolato Bonina, in una gara amichevole. La partita, che si terrà mercoledì 18 novembre, alle ore 21, al “PalAlberti”, sarà sponsorizzata da “Mercati Alimentari 2” del gruppo Bonina, che coprirà tutte le spese necessarie per la realizzazione dell’incontro, consentendo così che l’intero incasso possa essere devoluto a chi ha perso tutto nella recente tragedia.
Il general manager dell’Igea, Sandro Santoro, e il dirigente reggino Giuse Barrile, stanno definendo i dettagli di un appuntamento che si spera possa richiamare sulle tribune il grande pubblico. Il costo del biglietto unico, proprio per facilitare la massima affluenza di appassionati, è di soli 5 euro, mentre le 22 maglie inedite utilizzate dai giocatori verranno sorteggiate durante l’intervallo. Gli spettatori, riceveranno un tagliando specifico, assieme a quello d’ingresso, valido per partecipare all’estrazione.
Ma non è tutto: Sandro Santoro, playmaker che negli anni ’90 ha fatto la storia del basket meridionale con 500 presenze tra A1 e A2, per una sera tornerà ad indossare la maglia della “sua” Viola, dividendo i 40 minuti del match tra i colori neroarancio e giallorosso.

Ufficio Stampa Team Basket Viola
Federica Morabito

Articoli recenti o correlati