default-logo

Dimensionamento scolastico: genitori del Circolo Didattico Nosside nuovamente sul sentiero di guerra


Reggio Calabria. Delusi, arrabbiati e fortemente amareggiati, i genitori del Circolo Didattico”Nosside”, sono nuovamente, loro malgrado, sul sentiero di guerra. Al di là delle innumerevoli rassicurazioni date in pubblico attraverso dichiarazioni ai genitori e alle varie testate giornalistiche presenti, dal Sindaco della nostra città, Dottor Demetrio Arena, e dall’ Assessore alla Pubblica Istruzione, il Dottor Enzo Nociti, l’intricata vicenda dello smembramento, dalla scuola ”Nosside” pare ingarbugliarsi sempre di più. Effetto questo, di un Piano di Dimensionamento Scolastico che, se in generale, ha risposto solo a pure logiche numeriche e di riduzione di spesa, nel caso specifico, ha preferito smembrare una parte di scuola dell’ infanzia e di scuola primaria per servirla su un piatto d’argento ad altre realtà scolastiche, lontane dalla metodologia didattica, oramai testata da oltre vent’anni, che ha fatto della nostra scuola un baluardo premiato con attestati di enorme stima perfino dall’Onorevole “Bastico”, salvo poi contestualmente assegnarle altre di pari grado ma numericamente inferiori. Più volte ci siamo chiesti ed abbiamo interrogato gli addetti ai lavori sul senso di questo balletto di numeri che riguarda i nostri figli, più volte ci è stato promesso che si sarebbe aggiustato il tiro nelle sedi opportune, eppure gli “emendamenti” al Piano di Dimensionamento, garantiti dall’Assessore Nociti, prima di entrare in Giunta Comunale per la votazione del testo, (quando ancora c’erano i tempi tecnici), non sono stati mai presentati. Ci siamo rivolti poi all’altra Istituzione che aveva maggiore voce in capitolo la Provincia, essendo Organo Superiore, lì la questione sembrava risolta, avevamo tirato un respiro di sollievo, ma nulla di fatto, siamo nuovamente rimasti vittime degli scontri politici fra Comune e Provincia. Così tutto è stato rimesso nelle mani del Commissario ad acta nominato dalla Regione, la Dottoressa Scalfari, per uscire dall’empasse creatosi fra le due Istituzioni circa la titolarità della competenza. La Commissaria si è però limitata a sottoscrivere interamente il Piano di Dimensionamento Comunale, in una manciata di minuti. L’ Assessore Comunale al ramo aveva promesso di sfruttare questa ulteriore fase per perorare la nostra “causa”, ma era impossibile ormai apportare modifiche al testo e noi siamo ripiombati nel baratro. Nonostante tutto, da buoni cittadini, abbiamo ritessuto il dialogo con le Istituzioni credendo nella buona fede di chi, avendo riconosciuto l’errore o l’orrore come dir si voglia, aveva manifestato l’intenzione di porvi rimedio. Così, quando siamo stati ricevuti dal Primo Cittadino Demetrio Arena, in seno a quella riunione ci siamo finalmente sentiti al sicuro e, dietro consiglio degli addetti ai lavori, ciascun genitore ha compilato una richiesta di spostamento del proprio figlio convogliando tutti gli alunni sulla scuola “Nosside.” Con questa soluzione ci veniva garantito che gli edifici scolastici, essenziali perché la scuola potesse accogliere il considerevole numero dei bambini, sarebbero rimasti i medesimi frequentati dai nostri figli, questo avrebbe altresì garantito l’organico del corpo docenti invariato. Oggi dobbiamo, a questo punto della vicenda, gridare a gran voce che i genitori della “Nosside” non ci stanno a vedere disattese le promesse fatte da tutti i vertici dell’Amministrazione Comunale; non accetteremo che ci venga negato, in quanto unici soggetti preposti a decidere circa il futuro dei propri figli, la possibilità di mantenere invariata la scelta dell’offerta formativa proposta dalla scuola “Nosside”. Chiediamo pertanto, alla luce dell’epilogo negativo di questa lunga vicenda, che tutti gli attori maldestri di questa amara storia, prendendo atto del fallimento delle loro strategie, convochino al più presto un tavolo tecnico al fine di trovare una soluzione condivisa. Per noi genitori la parola fine, su questa triste vicenda, non è stata ancora scritta.

Per la componente genitori del Circolo Didattico”Nosside” il presidente: Girolamo Quintino

 

 

About the Author

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo